Avellino – In scena “Flussi” e le nuove tecnologie per il sociale

25 agosto 2014

A cominciare da oggi, per una intera settimana, Flussi il Festival internazionale di arte elettronica e cultura digitale, animerà il centro storico di Avellino con un ricco programma di musica, installazioni workshop e dibattiti. Flussi non è solo musica, spettacoli e sperimentazione estetica. Parallelamente all’offerta artistica il festival irpino propone sin dalla sua prima edizione percorsi didattico-formativi riguardanti l’uso creativo di software e tecnologie. In quest’ambito, l’importante novità prevista per la sesta edizione del festival, è rappresentata da un workshop appositamente pensato per volontari del terzo settore che operano al finco di bambini con problematiche particolari. Il workshop Interfacce naturali, curato da Salvo Nostrato che si terrà nei giorni 29 e 30 agosto presso la sede del CSV “Irpinia Solidale” in C.so Umberto, si basa su una serie di ricerche relative all’utilizzo creativo e terapeutico di interfacce videoludiche. Tali ricerche hanno evidenziato importanti successi nell’ausilio alla cura di deficit di mobilità, attenzione, apprendimento e relazione, specialmente nel caso di bambini autistici, che interagiscono più facilmente con un avatar sullo schermo che imita i loro movimenti. Il mondo virtuale in questo contesto si rivela più prevedibile e meno minaccioso della vita reale, per questo motivo l’utilizzo di una tecnologia cinestetica capace di riconoscere i movimenti e far interagire i bambini in un ambiente ludico protetto può rappresentare un aiuto immenso per i terapeuti che si trovano a contatto con simili situazioni. Inoltre quest’anno, Flussi propone la seconda edizione di Flussi For Kids, nei giorni 28-29-30 agosto alla Casina del Principe. Un laboratorio aperto e gratuito indirizzato a bambini tra gli otto e i quattordici anni, orientato a stimolare la curiosità e la creatività dei più piccoli attraverso l’impiego di strumenti e tecnologie digitali.
Un tempo si faceva ricerca e poi si arrivava a un punto in cui si diceva che il progetto era irrealizzabile perché mancava la tecnologia. Oggi siamo proprio all’opposto:viviamo in un mondo dove la tecnologia è onnipresente e sovrabbondante. Il Festival Flussi con i suoi workshop e laboratori, in particolare con quelli rivolti e dedicati ai bambini, vuole evidenziare come la creatività digitale, le sperimentazioni e le ricerche di giovani appassionati di programmazione e tecnologie, possano avere importanti ricadute sociali e rappresentare piccole rivoluzioni per il bene di tutti. Il workshop Interfacce naturali e il laboratorio Flussi for kids saranno gestiti in stretta collaborazione e con il prezioso supporto del Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Avellino “Irpinia Solidale” insieme all’ Associazione di Volontariato Don Tonino Bello e alla Caritas Diocesana di Avellino già partner delle passate edizioni del Festival. Da quest’anno il Festival si avvale del supporto dell’azienda Expert-Parente, da sempre impegnata in Corporate Social Responsibility (Responsabilità sociale d’impresa) con le sue campagne e iniziative tra le quali quella di contrasto alle povertà di Action-Aid, offrendo una serie di valori aggiunti alle iniziative sociali volte a costruire una società più coesa e un sistema economico più sostenibile.