Avellino, il destino del consuntivo 2017 nelle mani del commissario Tommasino

Avellino, il destino del consuntivo 2017 nelle mani del commissario Tommasino

21 agosto 2018

“Stiamo provando a fare un miracolo”. Furono queste le parole del primo cittadino di Avellino, Vincenzo Ciampi, in merito al primo ostacolo che pesa su Palazzo di Città: il Consuntivo 2017, lo stesso bocciato dai revisori dei conti. E, al momento, il miracolo lo può fare solo il commissario ad acta nominato, oggi, dal Prefetto Maria Tirone.

Si tratta del dott. Mario Tommasino a cui spetta l’arduo compito di redigere il nuovo bilancio Consuntivo e portarlo in Consiglio comunale. A quel punto l’ultima parola spetta all’Assise cittadina.

Irpinianews aveva già indicato  come unica strada sicura e percorribile, per l’amministrazione Ciampi, quella del commissario ad acta. E così è stato.

Chiaramente se lo stesso commissario dovesse ravvisare l’impossibilità di redigere il nuovo bilancio (ha 30 giorni di tempo dal suo insediamento) allora lo spettro del dissesto finanziario potrebbe materializzarsi.