Avellino – Iandoli contro Sbrescia: “Trasformismo indecente”

9 dicembre 2005

Avellino – “Un esempio di trasformismo che ha dell’indecente. Hanno scambiato la politica per il calcio mercato”, è questa la posizione di Modestino Iandoli, presidente provinciale di Alleanza Nazionale e consigliere comunale al Comune di Avellino, all’indomani dell’ufficializzazione dell’adesione del consigliere Vincenzo Sbrescia nelle fila dell’Udeur. Sbrescia eletto nel giugno del 2004 nella lista di Forza Italia, aveva dichiarato la sua indipendenza sei mesi fa. E oggi ha deciso di aderire all’Udeur. “Episodi come questo – commenta Iandoli – fanno capire chiaramente a quale livello sia scesa la politica”.

Per il presidente provinciale di Alleanza Nazionale, correttezza politica avrebbe voluto che Sbrescia rimettesse il suo mandato. “Sarebbe stato libero – commenta Iandoli – di cambiare idea. Ora, passando dai banchi dell’opposizione a quelli della maggioranza, utilizza i voti che ha ottenuto nel centrodestra per sconfiggere il centrosinistra. Fino a prova contraria, l’Udeur fa parte del centrosinistra. E’ inaccettabile questa trasmigrazione che offende il buon senso ed offende gli elettori, ma non rende un buon servizio nemmeno ai protagonisti, e cioè a chi ha deciso di aderire ad un partito di maggioranza, lasciando l’opposizione, e a chi ha deciso di accettare quest’adesione. Episodi del genere – continua Iandoli – contribuiscono ad allontanare ancora di più i cittadini dalla politica. Ma non per questo tiriamo i remi in barca. Continueremo a fare opposizione in maniera rigorosa, attenta e costruttiva, con l’unico obiettivo di fare del bene a questa città”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.