Avellino – I Ds e la raccolta firma a tutela dei lavoratori precari

23 giugno 2005

Avellino – In cantiere anche una seconda iniziativa: una raccolta di firme come contributo al programma di Governo della Regione Campania e, nella fattispecie del “Welfare Locale”. I Democratici di Sinistra a difesa, dunque, del lavoro atipico: chiedono, infatti, che la Legge 30 del 2003, che ha introdotto la figura dei lavoratori atipici, sia modificata e varata a tutela di coloro che fanno parte del mondo del lavoro flessibile. Gli interventi possibili, a dire della Federazione di Via Carlo Del Balzo, possono essere: il sostegno al reddito nei periodi di inattività; la copertura fino al 100% delle spese relative ai versamenti volontari del fondo Inps; il riconoscimento nelle procedure concorsuali di accesso ai ruoli dell’amministrazione degli Enti pubblici dei crediti professionali conseguiti a seguito di lavoro di collaborazione o consulenza; strutture mutualistiche ad hoc; il sostegno alle agevolazioni sui mutui; la realizzazione di uno specifico Osservatorio sui fabbisogni del lavoro atipico con funzioni di monitoraggio, valutazione e suggerimento degli interventi da porre in essere; incentivi volti ad agevolare e favorire percorsi di stabilizzazione lavorativa. Insomma una petizione per coloro che non hanno diritti, tutele e rappresentanze sindacali. (e.b.)