L’Avellino arranca ma Graziani lo promuove: “Fatto ciò che dovevamo”

L’Avellino arranca ma Graziani lo promuove: “Fatto ciò che dovevamo”

28 ottobre 2018

di Claudio De Vito – L’Avellino si lascia stoppare dal Sassari Latte Dolce e a momenti rischia addirittura di capitolare sotto la pioggia incessante del Partenio-Lombardi. Due punti buttati via verrebbe da dire, ma alla fine dei conti il pari va anche stretto agli ospiti fermati soltanto da Lagomarsini nei minuti finali.

Davvero un peccato per i biancoverdi che avrebbero potuto accorciare sulla vetta persa dal Trastevere, sconfitto sull’altra sponda sassarese dalla Torres, e riconquistata dal Lanusei vittorioso sul Cassino. L’Avellino non accorcia le distanze con il vertice ma Archimede Graziani accarezza ugualmente i suoi al termine della gara.

“I ragazzi hanno dato dimostrazione di tenere a questa maglia ma su questo non ho mai avuto dubbi – ha commentato il tecnico toscano – la partita è stata interpretata bene, abbiamo fatto tutto quello che avremmo dovuto mettere in pratica. La squadra non ha mostrato le lacune della partita precedente né a livello caratteriale né a livello tecnico. I nostri avversari hanno sfruttato l’episodio favorevole per pareggiare”.

Difficoltà già in partenza con il forfait di Ferdinando Sforzini e i recuperi in extremis. “Patrignani, De Vena e Matute li ho recuperati soltanto ieri sera – ha raccontato mister Graziani – non è stato facile preparare la partita. Ho spremuto Carbonelli fino alla fine. Purtroppo abbiamo preso gol su palla inattiva, una situazione alla quale dedichiamo almeno cinquanta minuti alla settimana. C’è stato un errore individuale e qui non posso farci nulla, né io né Mourinho o Ancelotti”.

Sono emersi ancora una volta i limiti tecnici di una squadra che va rinforzata sul mercato di riparazione. “Vi ho già detto che a maggio vinceremo il campionato ma dobbiamo per passare prima per dicembre – ha ricordato Archimede Graziani – il mercato non apre tutte le mattine, sicuramente la società interverrà. Stiamo facendo ciò che dobbiamo fare con diciassette punti. Cerchiamo però di rimanere compatti su certe valutazioni dei calciatori altrimenti ogni lunedì devo sempre tirar su di morale qualcuno”.

Le ultime indiscrezioni però danno in arrivo un centrale difensivo e un centrocampista dal mercato degli svincolati a stretto giro di posta. Quella che è più di una doppia eventualità è stata confermata da patron De Cesare in un confronto post-gara con alcuni tifosi della Terminio. Nell’attesa, Archimede Graziani si consola con il retroscena del pre-partita. “Stamattina ho ricevuto Di Somma – ha rivelato – mi ha fatto molto piacere la sua visita e ricevere le parole di un uomo di calcio come lui”. Che potrebbe diventare un uomo al fianco del Calcio Avellino con un incarico di consulenza. Le prossime ore saranno ricche di novità per la SSD targata Sidigas.