Avellino, Graziani medita il cambiamento. Mercato in stand-by

Avellino, Graziani medita il cambiamento. Mercato in stand-by

31 ottobre 2018

di Claudio De Vito – Il mercoledì di ripresa dei lavori del Calcio Avellino al Partenio-Lombardi è scivolato via senza volti nuovi come auspicato da Archimede Graziani, che tra mattino e pomeriggio si è concentrato su una nuova possibile interpretazione del 4-4-2. Il tecnico biancoverde sta infatti valutando la possibilità di passare dal centrocampo in linea ad una mediana a rombo in vista del match con il Monterosi.

La variante al consueto atteggiamento in mezzo al campo vedrebbe addirittura Matteo Gerbaudo nella nuova veste di fantasista a ridosso delle due punte. Il vertice basso verrebbe occupato da Kelvin Matute, il quale verrebbe chiamato a fare da schermo davanti alla difesa con licenza di riavviare l’azione. Gli altri due vertici del rombo sarebbero riservati a Francesco Buono e Alessio Tribuzzi, quest’ultimo leggermente acciaccato ma recuperabile per domenica.

Da monitorare nelle prossime ore come al solito le condizioni di Ferdinando Sforzini e Alessandro De Vene alle prese con la gestione dei rispettivi guai fisici. Domani, in occasione del test con la Juniores in programma alle 14.30, se ne saprà di più sulle intenzioni tattiche di Graziani e sullo stato fisico dei due attaccanti che vogliono tornare a far coppia l’uno al fianco dell’altro. Pressoché certi invece i forfait di Niccolò Dondoni e Nicolas Mithra.

Tornando al mercato, è tutto fatto per Alessandro Di Paolantonio ma dal club fanno sapere che prima del match con il Monterosi non ci saranno operazioni in entrata. Per il centrocampista classe ’92 manca solo la firma che però arriverà soltanto al termine delle procedure e delle valutazioni del consiglio di amministrazione presieduto dal presidente Claudio Mauriello. Passaggi formali ma che rallentano l’ingaggio del mediano teramano.