Avellino, Gavazzi si ferma ancora: adesso è emergenza piena

Avellino, Gavazzi si ferma ancora: adesso è emergenza piena

1 febbraio 2018

Claudio De Vito – E’ scattato un nuovo semaforo rosso per Davide Gavazzi costretto ad uno nuovo stop proprio nel momento in cui stava riacquistando la migliore condizione dopo il calvario di quasi un anno e mezzo. L’ex centrocampista della Ternana si è sottoposto da esami strumentali che hanno evidenziato un’elongazione al bicipite femorale della coscia sinistra: salterà il Foggia, poi si valuterà il suo rientro in base all’iter di recupero dovrebbe durare due-tre settimane.

Nulla di particolarmente grave ma comunque una tegola per un calciatore sulla via del pieno recupero e ritenuto fondamentale da Walter Novellino per i suoi schemi. Fuori un altro dunque in ottica Foggia. Al “Pino Zaccheria” mancheranno anche Soufiane Bidaoui, Luigi Castaldo, Matteo Ardemagni e con ogni probabilità Bryan Cabezas che nella migliore delle ipotesi andrebbe in panchina.

Per fortuna di Walter Novellino rientrerà Salvatore Molina e dal mercato è arrivato Armando Vajushi. Il peso dell’attacco sarà comunque tutto sulle spalle di Raul Asencio con Angelo D’Angelo alle sue spalle nel ruolo di fantasista atipico e Lorenzo Laverone avanzato sulla destra con Salvatore Molina dirottato a sinistra. De Risio-Di Tacchio coppia di mediani confermata.

Con l’avanzamento di Lorenzo Laverone, Pierre Ngawa si appresta a tornare sulla fascia lasciando libero il posto al fianco di Marco Migliorini. Ecco allora che Santiago Morero avrebbe subito una chance da titolare, mentre a sinistra Riccardo Marchizza dovrà resistere al ritorno di Simone Rizzato. Federico Moretti è tornato a lavorare con il gruppo dopo la chiusura del mercato. Domani mattina la rifinitura pre-partita: Walter Novellino naviga nell’emergenza.