Avellino – Fondi Fas:gli interventi in cantiere di Caputo e De Sapio

11 settembre 2005

Avellino – Quattordici diversi siti di Avellino e provincia beneficeranno dei fondi Fas (fondi aree sottosviluppate) relativi all’anno 2004. Si tratta di 20 milioni di euro destinati al recupero e l’ammodernamento di quattordici siti di interesse culturale nel capoluogo e in altri quattro Comuni irpini. Dopo l’ok da parte della Regione Campania, favorevole ai 14 progetti, la nostra provincia avrà a disposizione un impegno economico pari a 20.162.117,84 euro, che include il concorso anche di fondi dell’Unione Europea. La proposta del programma delle infrastrutture in argomento è finalizzata al rafforzamento dei sistema urbano “Città di Avellino”, in un’ottica di promozione e implementazione dei processi di sviluppo del territorio. Tra i comuni beneficiari ritroviamo: Avellino, Mercogliano, Atripalda, Monteforte Irpino e Aiello del Sabato. Proprio il primo cittadino del piccolo comune irpino, Antonio Felice Caputo, ha dichiarato: “Aiello del Sabato è stato il comune campano più piccolo ad usufruire dei fondi Fas, per la precisione di 2.350.000.00 euro, da incanalare in un ambizioso progetto: un centro diurno sociale intercomunale da adibire a polo aggregativo. La scelta di renderlo aperto anche ai residenti dei comuni limitrofi nasce dalla volontà di voler rivitalizzare la nostra realtà. Sarà una struttura progettata nel cuore del paese che fungerà da sede della Pro Loco, del Forum dei Giovani e delle associazioni sportive e per il tempo libero presenti sul territorio”. Di tutto altro genere i progetti in cantiere del sindaco Martino De Sapio, numero uno di Monteforte Irpino. Parco fluviale Fenestrelle, Parco fluviale Giardino e riqualificazione del centro storico Loffredo, le priorità del primo inquilino di Palazzo di Città. Più precisamente, la progettazione, che potrà contare su 3.189.583.00 euro, individua una escalation di interventi che rispondono a fattori socio-economici e storico-ambientali. “Per quanto riguarda il Parco Fenestrelle, oltre al ripristino delle aree verdi attrezzate, passeremo al reintegro del Centro Fenestrelle, nucleo di aggregazione sociale e culturale di alto livello. La bonifica dell’area circostante il Parco fluviale Giardino è il primo intervento predisposto utilizzando i fondi Fas. Nell’ambito del ‘contratto quartiere 2’, verrà realizzata, attorno al torrente Giardino che percorre il centro abitato, una vera oasi di verde, percorribile esclusivamente a piedi. Ultimo lavoro, il rifacimento del look del settecentesco Palazzo Loffredo, prima orfanotrofio comunale, e dell’intero borgo antico del paese”.(Marianna Marrazzo)