Avellino/ Fecondazione assistita: nasce il Comitato Referendario

16 aprile 2005

La costituzione di un Comitato Referendario Provinciale per il ‘sì’, questo il fine dell’incontro che avrà luogo il prossimo mercoledì alle ore 18 presso il Centro sociale Samantha Della Porta. “Donne e uomini irpini, associazioni, organizzazioni sindacali, sostengono il ‘sì’ ai quattro referendum parzialmente abrogativi della legge 40 sulla fecondazione assistita. Intendiamo mobilitarci per modificare radicalmente una legge ingiusta che lede la salute della donna e la libertà di ricerca scientifica che nega la fecondazione eterologa e che, equiparando i diritti del concepito a quelli della madre, apre la strada alla possibile rimessa in discussione della legge sull’aborto. La legge sulla fecondazione assistita offende le donne, lede la loro libertà e i diritti degli individui, invade la sfera più intima di scelta sulla quale lo Stato non deve entrare. E’ una legge crudelmente punitiva nei confronti di chi desidera un figlio ed ha problemi di sterilità. Colpisce la laicità dello Stato e non garantisce pluralismo etico. In nessun altro Paese viene negata alla scienza la possibilità di studiare terapie che potrebbero diventare risolutive per le malattie cardiovascolari e per malattie sociali oggi incurabili. La vittoria del ‘sì’ ai 4 referendum è davvero molto importante. Il nostro è un appello ad un impegno straordinario perché i cittadini si esprimano contro quelle norme di legge lesive della dignità e della salute umana. Nel sottoscrivere questo appello ci impegniamo alla sensibilizzazione della popolazione per affermare valori di civiltà e democrazia”.