Avellino – E’ il giorno delle Sardine d’Irpinia

Avellino – E’ il giorno delle Sardine d’Irpinia

1 dicembre 2019

Michele De Leo – Scendono in campo le sardine d’Irpinia. Il giorno dopo il raduno dei 10mila di piazza Dante a Napoli, l’appuntamento è nel capoluogo irpino, nel pomeriggio in piazza Garibaldi. L’obiettivo è quello di portare in piazza tanta gente comune, tutti coloro che vogliono risvegliare la propria coscienza politica anti – populista: gli organizzatori della manifestazione – forti delle oltre seimila adesioni raccolte su Facebook dal gruppo Sardine d’Irpinia – auspicano di replicare il successo raccolto in numerose piazza d’Italia. “L’Irpinia – scrivono gli animatori del Movimento – è pronta a riunirsi in branco e a nuotare stretta in un abbraccio contro chi sta minacciando la nostra dignità di esseri liberi e pensanti, di persone riunite in società che dovrebbero ispirarsi ai principi di uguaglianza, giustizia, solidarietà sanciti dalla nostra Costituzione”. Come nel resto d’Italia, la manifestazione radunerà in piazza cittadini di ogni idea e partito politico, animati solo dalla voglia di tornare protagonisti del proprio presente e del proprio futuro. Dopo l’introduzione da parte di Claudio Petrozzelli, Maria Chiara Nazzaro e Stefano Iannillo, è in programma un flash mob con l’esposizione degli oltre cento striscioni e cartelli preparati e l’accensione delle torce dei cellulari per illuminare il centro storico di Avellino. Un’iniziativa – sono chiari gli animatori irpini del Movimento delle Sardine – “senza bandiere o sigle, aperta a tutti ma con l’umiltà e la capacità di fare anche dei passi indietro per il bene del banco, dell’Irpinia, del Paese”. In piazza ci saranno tanti rappresentanti politici, soprattutto del Partito democratico, dei Cinque Stelle e della sinistra, ma anche rappresentanti sindacali. Saranno presenti i consiglieri regionali Carlo Iannace e Maurizio Petracca, l’ex deputato Luigi Famiglietti, il sindaco di Avellino Gianluca Festa con il suo vice Laura Nargi e il capogruppo dell’opposizione Luca Cipriano. Tra i democratici prevista la presenza dell’ex segretario Giuseppe Di Guglielmo e di Roberta Santaniello. Per i Cinque Stelle dovrebbero esserci il parlamentare Generoso Maraia e gli ex amministratori Vincenzo Ciampi e Maura Sarno. Ci saranno pure Roberto Montefusco, Roberto De Filippis Buglione e Tony della Pia della sinistra, oltre al segretario della Cgil Franco Fiordellisi – con una delegazione di rappresentanti sindacali e lavoratori vicini alla Cgil – rappresentanti degli ambientalisti e dell’associazione Controvento. Hanno annunciato la loro adesione anche decine di sindaci e amministratori di numerosi comuni della provincia.