Avellino – Dvd pirata e droga: giro di vite delle Fiamme Gialle

18 maggio 2008

Avellino – L’intensificazione dei servizi nei fine settimana continua ad essere una delle costanti dell’azione della Guardia di Finanza di Avellino. Ed è così che il dispositivo di controlli, messo in atto dal colonnello Mario Imparato, attuato nella notte tra sabato e domenica, opportunamente diversificato a seconda dell’obiettivo da conseguire, ha portato a due distinte operazioni sviluppate contestualmente. Nel capoluogo irpino la Compagnia di Avellino, agli ordini del Capitano Salvatore Serra, ha conseguito un importante risultato in tema di contrasto alla pirateria audiovisiva: i militari, dopo un’attenta azione d’osservazione sviluppata nei week-end precedenti nel centralissimo Viale Italia (luogo ove la domenica si allestisce il noto mercatino rionale d’antiquariato), nelle prime ore della tranquilla mattinata domenicale hanno atteso che C.G., di anni 40, originario di Napoli, ma residente in Avellino, raggiungesse con il suo furgoncino la postazione sul centralissimo viale prescelta per l’allestimento del consueto banco di vendita di Cd e Dvd. L’intervento delle Fiamme Gialle è scattato mentre C.G. si accingeva a porre la “merce” in esposizione: i voluminosi contenitori in procinto d’esser scaricati erano pieni di Dvd e Cd audiovideo masterizzati in maniera illecita. Nel corso di una perquisizione presso un deposito in città nella disponibilità di C.G. in città e, nel complesso, sono stati sottoposti a sequestro ben 2500 tra Dvd e Cd “piratati”, copertine, custodie e supporti vergini, oltre ad una pen drive nella quale erano memorizzati i files di migliaia di copertine dei più famosi film ad album musicali. Nei confronti del responsabile scattava la segnalazione all’Autorità Giudiziaria per violazione dell’articolo 171-ter della legge nr. 633/1941. Solo poche ore prima, invece, i finanzieri della Brigata di Baiano, agli ordini del Maresciallo Capo Marcello Daniele, hanno concluso l’operazione in tema di contrasto al fenomeno droga che già nella notte precedente aveva portato ad un sequestro di marijuana. La tenacia dei militari si è concretizzata in ulteriori appostamenti anche nella notte tra sabato e domenica, quando ormai i responsabili avrebbero ritenuto scemata l’attenzione nei loro confronti. A seguito di un ulteriore intervento nella notte, i finanzieri sono riusciti a individuare che in una cabina di manutenzione di proprietà dell’Enel (oggetto di verifica anche nella notte precedente) erano state occultate ben 15 dosi, pari a 22 grammi, di marijuana. L’appostamento protrattosi per tutta la notte nei pressi dell’insolito nascondiglio, purtroppo non ha consentito di individuare il pusher. Anche in relazione all’incremento dei quantitativi di sostanza stupefacente sequestrate nel baianese, le indagini e gli accertamenti conseguenti alle due operazioni sono tuttora in corso.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.