Avellino – Ds: sfuma l’ipotesi Fasolino. Giova confermata

25 luglio 2006

Avellino – Questa mattina la Quercia consegnerà la rosa dei nomi al sindaco Pino Galasso. Un summit, quello di ieri sera, durato più di quattro ore nel corso del quale il segretario cittadino Gerardo Adiglietti e il gruppo consiliare della Quercia hanno detto la loro, in merito alla questione rimpasto, o come qualcuno vuole chiamare sostituzione. Alla sede di via Serafino Soldi fedelissimi a confronto: Sergio Barbaro, Francesco Todisco, Ivo Capone, e chiaramente Gerardo Adiglietti. Dopo un botta e risposta interminabile, ma qualcuno si premura di dire sereno, (nonostante la rivendicazione dei Ds che hanno premuto sin da subito ad un azzeramento dell’esecutivo) il cerchio sembra ormai chiuso. Convergenza – almeno fino a tarda sera – su Mirella Giova. Pare invece sfumare l’indicazione dell’architetto Marisa Fasolino. All’Urbanistica dovrebbe andare Mario Perrotta. Sull’assessorato che rivestiva Rotondi non c’è stata, ad onor di cronaca, ancora l’ufficialità. Fino a tarda sera incontri e pre-riunioni, il tutto per consegnare entro oggi la rosa dei nomi al sindaco Galasso. Intanto per la delega all’assessorato ai Lavori Pubblici, “qualcuno” ha dovuto ammainare la bandiera dinanzi all’esigenza di razionalizzazione delle deleghe. Genovese (Margherita) dovrebbe avere sport e project financing. Resta il nodo Cultura. E’ probabile che la delega sarà nelle mani del sindaco… Dopo Iermano, è netta la sensazione che si ritornerà al passato. L’assetto definitivo, si avrà oggi quando i partiti del centrosinistra, si ritroveranno con il primo cittadino di Avellino per l’annuncio dei tre nuovi assessori.Ma sono ancora tanti i mugugni. Sembra di assistere ad una fase di transizione che non fa sperare a nulla di buono…