Avellino, dietrofront obbligato: Ignoffo resta senza fiducia

Avellino, dietrofront obbligato: Ignoffo resta senza fiducia

14 ottobre 2019

di Claudio De Vito. Giovanni Ignoffo resta sulla panchina dell’Avellino. È il dietrofront registrato in casa biancoverde alla luce delle note problematiche finanziarie. I forti dubbi in tal senso legati all’avvicendamento con esonero del tecnico di Monreale sono sfociati in amara realtà per il presidente Claudio Mauriello che aveva in mano già l’accordo totale con Eziolino Capuano.

Tra le parti infatti c’era l’intesa economica e anche quella relativa all’ingaggio del fido secondo Giuseppe Padovano. Per condurre in porto la trattativa, Giovanni Ignoffo avrebbe dovuto dimettersi insieme a Daniele Cinelli: cosa che, come facilmente preventivato, non è avvenuta. E allora si va avanti con il trainer palermitano che guiderà la squadra a partire dalla ripresa degli allenamenti fissata alle 15 di domani.

E lo farà senza godere della fiducia del club che lo ha letteralmente scaricato chiudendo con il suo potenziale sostituto. Un dietrofront che tende a vero e proprio pasticcio. Beffato, almeno per il momento, ancora una volta Capuano pronto ad imboccare il raccordo autostradale da Salerno.