Avellino – Corsie preferenziali: stasera il via ai lavori

29 giugno 2005

Avellino – Inizieranno stasera alle ore 23.00, come programmato e definito dall’Ufficio Traffico del Comune di Avellino, i lavori per la realizzazione della segnaletica orizzontale relativa alle corsie preferenziali di percorrenza degli autobus urbani in città. Quattro le strade interessate: viale Italia, corso Vittorio Emanuele, via Colombo, via Cavour. Il senso di percorrenza degli autobus urbani è contrario rispetto all’attuale senso di marcia solo in viale Italia e corso Vittorio Emanuele. I lavori di realizzazione della segnaletica orizzontale e della revisione della segnaletica verticale termineranno nella mattinata di domani. E sempre domani scatta la seconda tranche di interventi. Il sindaco Galasso firmerà stamattina l’ordinanza che rende esecutivi i lavori in Piazza Garibaldi, via Dei Mille, via Guarini, via Testa e via Circumvallazione nel tratto compreso tra via Carducci e via Guarini. Anche in questo secondo caso, la realizzazione della segnaletica stradale sarà effettuata a partire dalle ore 23.00, nell’obiettivo di ottimizzare i tempi di intervento e ridurre i disagi alla circolazione. Con i lavori programmati nel secondo blocco si completa il percorso delle corsie preferenziali, come da accordi definiti e formalizzati con l’Air, in seguito anche alla conferenza dei servizi promossa dall’assessore Pericolo lo scorso 13 maggio. Rispettata, dunque, la scadenza annunciata del primo luglio per l’esecuzione dei lavori di competenza comunale. Adesso tocca all’Air rendere operativo il nuovo sistema di trasporto pubblico urbano. “L’Ufficio Traffico aveva già programmato i tempi e le modalità degli interventi in città – spiega il dirigente del settore, Luigi Masi – per cui ogni illazione o polemica risulta a questo punto davvero incomprensibile. Noi operiamo con la serietà che contraddistingue il lavoro di un settore delicato e strategico nell’attività amministrativa. Abbiamo recepito le richieste del gestore del trasporto pubblico in città dopo averne valutato la compatibilità con i flussi di circolazione esistenti. Abbiamo promosso una conferenza dei servizi alla presenza di associazioni e operatori del settore per coinvolgere la città in una scelta che andava condivisa e sostenuta. C’erano dei tempi e saranno rispettati”.