Avellino – Continua la polemica tra Giuditta e De Mita

13 marzo 2006

Avellino – Ancora una volta botta e risposta tra De Mita e Giuditta. Nell’appuntamento tutto targato fiorellino, il leader di Nusco non ha mancato di travolgere in pieno gli esponenti locali e non solo. Sul tema Udeur, De Mita precisando che sarà l’ultima volta che interverrà sul…caso, ha voluto sottolineare…. “Lo statista di Summonte (Giuditta, ndr) che parla di concretezza… non conosce probabilmente che la politica è riflessione, progetto, disegno”. E poi, la bordata: “L’Udeur è il centro…certo è il centro famiglia. Tra marito, moglie e cognato”. Accuse a cui risponde il segretario provinciale dell’Udeur Pasquale Giuditta nonché candidato alla Camera. “Sono costretto a sottolineare che il mio impegno politico all’interno degli enti che ho avuto l’onore di amministrare si è sempre contraddistinto con giudizi politici di sostanziale apprezzamento per i buoni e concreti risultati raggiunti. Mi preme inoltre sottolineare che in provincia di Avellino l’intelligenza di una persona non si misura attraverso il giudizio dell’on. De Mita. La mia esperienza politica, vissuta con fedeltà al fianco dell’on. Mastella, ha evidenziato che ho sempre conseguito successi elettorali senza mai adoperare o strumentalizzare una parentela che comunque mi onoro di avere. Anzi il voler rispettare questo antico e nobile valore mi ha più volte indotto a fare passi indietro e a tenere atteggiamenti defilati. Se dovessi, invece, pensare ad altri sono costretto ad evidenziare che i parenti dell’on. De Mita hanno avuto molto, e non solo in politica”.