Avellino – Confcommercio, rincari Ici e Tarsu: le accuse di La Stella

13 giugno 2005

Un duro attacco alle scelte amministrative. Questo è quanto emerso dalla conferenza tenuta ieri dalla Confcommercio di Avellino, guidata dal direttore Oreste La Stella. Riflettori necessariamente puntati contro l’aumento di Ici e Tarsu, scelta che ha fatto maturare non poche polemiche ed ha inevitabilmente messo in ginocchio le attività commerciali non solo locali ma dell’intera Regione. Ad aggravare ulteriormente la situazione la decisione di anticipare i saldi stagionali e farli partire il prossimo 30 giugno. Un anticipo che, secondo gli addetti ai lavori, andrebbe a forte discapito dei negozi di abbigliamento. Dunque, prese di posizione che ostacolano ulteriormente lo sviluppo del settore commerciale avellinese, già colpito da un momento di ‘defaillance’ non poco critico e soprattutto protratto nel tempo. “L’aumento delle tasse – ha dichiarato La Stella – ha messo in ginocchio centinaia di attività. Un fattore che, unito all’anticipo dei saldi, è andato a discapito delle attività cittadine. L’Ici è aumentata del 7 per mille e la Tarsu del 10 per mille: questo significa non favorire lo sviluppo ma accrescere le difficoltà che incontra il commercio”. Una situazione, quella illustrata durante la conferenza, che investe non solo la nostra provincia ma l’intero territorio campano. “La nostra è l’unica Regione – ha continuato il direttore – a non avere una data precisa per l’inizio dei saldi. Questo tipo di politica può essere considerato deleterio sotto numerosi punti di vista”. Dunque una Confcommercio che non si accontenta di restare a guardare ma che punta a realizzare una politica di sviluppo che dia vigore ed impulso al commercio irpino.

Tariffe Tarsu

Avellino

Napoli

Salerno

Negozi di abbigliamento, calzature ecc.

E. 7,24/mq

E. 7,72/mq

E. 4,43/mq

Bar, caffè, pasticcerie

E. 13,06/mq

E. 12,06/mq

E. 5,90/mq

Ortofrutta, Fiori, pizze a taglio

E. 16,29/mq

E. 9,16/mq

E. 6,45/mq

Ristoranti, trattorie, pizzerie

E. 15,92/mq

E. 12,06/mq

E. 7,32/mq

Supermercati, macellerie, alimentari

E. 8,72/mq

E. 9,16/mq

E. 4,43/mq