Avellino, Cantelmo porta la vicenda di Rio San Francesco al Tribunale dei Ministri

Avellino, Cantelmo porta la vicenda di Rio San Francesco al Tribunale dei Ministri

24 Novembre 2015

La verifica idraulica di Rio San Francesco e del tratto tombato dell’alveo che attraversa la città di Avellino non sarebbe mai stata effettuata nonostante il Genio Civile di Avellino ne avesse segnalato la necessita.

Secondo quanto riportato stamane dall’edizione provinciale de Il Mattino, la Procura di Avellino, coordinata da Rosario Cantelmo, avrebbe chiesto di poter procedere innanzi al Tribunale dei Ministri, in ordine ai cinque dicasteri in carica all’epoca dei Piani Stralcio dell’Autorità di Bacino Liri-Garigliano (competenti per Avellino). Nel particolare si tratterebbe dei Ministeri Ambiente, Infrastrutture e Trasporti, Politiche Agricole, Beni Culturali e Protezione Civile che si sono succeduti tra il 2000 e il 2006.

Per la Procura di Avellino il rischio idraulico dell’alveo San Francesco sarebbe alto.

Negli ultimi anni, sulle fasce di pertinenza del vallone tombato sarebbero sorti non solo insediamenti abitativi di privati ma anche opere pubbliche, il tutto senza una approfondita verifica idraulica sull’alveo e sulla parte tombata.

Ora la Procura di Avellino vuole vederci chiaro, incaricando il Tribunale competente ad avviare l’istruttoria necessaria a definire i contorni dell’inchiesta.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<