Avellino Calcio – Tesser, emergenza senza fine: la formazione la fa l’infermeria

Avellino Calcio – Tesser, emergenza senza fine: la formazione la fa l’infermeria

26 aprile 2016

“Niente alibi, di nessun genere”. Attilio Tesser lo ha rimarcato a chiare lettere agli albori della sua avventura-bis sulla panchina dell’Avellino, ma il quadro relativo agli infortuni mette il tecnico biancoverde in una condizione di estrema difficoltà.

Basti pensare che ieri, alla ripresa, Tesser è stato costretto a lavorare con soli quindici elementi (esclusi i portieri ed inclusi il baby Ventola e William Jidayi che ha saltato la partitella). Un fatto per nulla incoraggiante in vista della trasferta di Lanciano che si pone come crocevia per blindare il discorso salvezza.

L’augurio del trainer di Montebelluna è di recuperare quanto prima più uomini possibili, in modo da collaudare schemi la cui messa in atto al momento appare un’impresa ardua per via delle numerose defezioni.

Tra oggi (doppia seduta) e domani, Tesser riavrà a pieno regime il duo belga Bastien-Mokulu, entrambi vicini a risolvere i rispettivi problemi muscolari. In dubbio invece la presenza al “Biondi” dei vari Arini, Tavano e Rea. Residue le chance di rimettere a posto per tempo la caviglia di Pisano. Sicuro assente lo squalificato Paghera.

Un vero e proprio rompicapo che Tesser cercherà di risolvere con l’aiuto dello staff medico, per il quale si prevedono giorni di lavoro frenetico e intenso. Il rischio per il tecnico dei lupi è di dover ricorrere, oltre a Ventola, ad un altro elemento delle giovanili per chiudere a venti la lista dei convocati.

Si vedrà venerdì dopo la rifinitura. Intanto, nel 4-3-1-2 sono annunciate almeno un paio di novità con la fascia destra difensiva e la cabina di regia sguarnite in virtù delle defezioni di Pisano e Paghera. Sul primo fronte, c’è Nica a scalpitare per una maglia da titolare e non è detto che Tesser gliela conceda considerato il rendimento non proprio ottimale di Pucino.

A centrocampo invece, con il recupero di Arini incerto, servirebbe come il pane Jidayi, le cui condizioni però andranno monitorate a quattro settimane dall’infortunio muscolare di Latina. In attacco, Joao Silva punta a difendere la titolarità accanto a Castaldo, ma Mokulu sta incrementando il ritmo del recupero per la rimonta nel ballottaggio.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.