Avellino Calcio –  Il dg Taccone non ci sta: “Adesso basta, i torti arbitrali iniziano a pesare”

Avellino Calcio – Il dg Taccone non ci sta: “Adesso basta, i torti arbitrali iniziano a pesare”

11 ottobre 2015

L’inviato a Livorno, Claudio De Vito. “Siamo stufi di continuare a subire”. Massimiliano Taccone è costretto a mettere da parte un altro episodio arbitrale a sfavore, il sesto contestato dall’Avellino in questo inizio di stagione.

Il rigore concesso al Livorno da Minelli per un tocco col braccio inesistente di Biraschi ha mandato su tutte le furie il direttore generale biancoverde che protesta ai microfoni di Irpinianews: “E’ inutile oramai preparare dossier – ha confessato amareggiato Taccone junior – lo abbiamo fatto già in passato ma non hanno dato i frutti sperati. Certamente faremo sentire la nostra voce mercoledì in Assemblea di Lega a Milano. Nell’attesa, il presidente Walter Taccone contatterà i vertici della Lega perché un solo episodio può capitare, ma i sei accumulati finora iniziano a pesare sulla classifica”.

“Tra l’altro – ha aggiunto il dg dei lupi – non è stato soltanto il calcio di rigore del pareggio a penalizzarci. E’ stato anche fermato Tavano in fuorigioco inesistente nel primo tempo, mentre Trotta è stato messo giù irregolarmente a inizio ripresa. Il nostro attaccante era in vantaggio sul difensore”.

“Commentiamo due punti persi – ha sottolineato Taccone – senza nulla togliere al Livorno che è una grandissima squadra ma che non ci ha messo in grossa difficoltà. Al di là di tutto sono orgoglioso della prestazione dei ragazzi. Abbiamo tenuto botta in inferiorità numerica”.

Il ritiro ha sortito i risultati che la società si aspettava: “Non è stato affatto punitivo – ha precisato – è stato utile piuttosto a ritrovarci dopo una sconfitta pesante che aveva demoralizzato il gruppo. La reazione tenace sfoderata su un campo difficile come quello di Livorno testimonia la bontà della nostra scelta”.