Avellino Calcio – Nuovo stadio: patto tra Taccone e Foti con la benedizione di Abodi

Avellino Calcio – Nuovo stadio: patto tra Taccone e Foti con la benedizione di Abodi

18 marzo 2016

L’Unione Sportiva Avellino avrà il suo nuovo stadio con le modalità e nei tempi necessari. E’ quanto il vertice fiume presso il Comune di Avellino ha partorito al termine di un’ora e mezza abbondante di confronto finalizzato alla risoluzione a tutto tondo delle problematiche legate al “Partenio-Lombardi”.

All’incontro ha partecipato il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi, accompagnato dal patron dell’Avellino Walter Taccone e ricevuto in Piazza del Popolo dal primo cittadino Paolo Foti, dal vicesindaco Elena Maria Iaverone, dal presidente del consiglio comunale Livio Petitto, dall’assessore al patrimonio Elena Tordela e dal delegato allo sport Giuseppe Giacobbe.

Per l’Avellino presente anche il responsabile del marketing Roberto Di Gennaro e i due architetti Vincenzo Maria Genovese e Marco Speranza. Tra le parti in causa un patto, una sorta di impegno a far decollare il progetto promosso dal sodalizio biancoverde.

Il nuovo impianto si farà, sorgerà al posto dell’attuale, ma non sarà di proprietà del club di Piazza Libertà. Taccone infatti chiederà al Comune una concessione di cinquant’anni. Quattro, o addirittura tre, ce ne vorranno per metterlo su, ma molto dipenderà dall’inizio della procedura documentale prevista e tutelata dalla legge per quanto riguarda il rispetto dei tempi e della trasparenza. Il primo passo da compiere sarà la presentazione del progetto formale sulla costruzione del nuovo stadio che dovrà essere discusso in giunta comunale.

Capitolo convenzione. Foti ha ammesso la lungaggine nella definizione del contenzioso che sembrava archiviato tre mesi. “Dovranno essere definite le partite creditorie e debitorie – ha assicurato il sindaco – gli uffici non hanno inquadrato bene la questione che va corretta, sistemata e definita”.

LEGGI ANCHE: