Avellino Calcio – Quante idee al supermarket Ternana: spunta anche Gavazzi

Avellino Calcio – Quante idee al supermarket Ternana: spunta anche Gavazzi

12 giugno 2015

Il centrocampo biancoverde potrebbe essere rifondato con alcuni ex rossoverdi graditi a Tesser: oltre a Viola, l’opzione Gavazzi.

L’Avellino potrebbe pescare in casa Ternana per rinforzare la rosa a disposizione del neo tecnico Attilio Tesser. L’ex allenatore dei rossoverdi al momento non ha avanzato alcuna particolare richiesta in termini di mercato, ma la dirigenza biancoverde potrebbe decidere ugualmente di accontentarlo con l’acquisto di qualche suo fedelissimo.

E’ il caso di Nicolas Viola, il quale per il momento preferisce non commentare l’accostamento in virtù della compartecipazione in ballo tra Ternana e Palermo. Eventuali discorsi più concreti che l’Avellino vorrà porre in essere sono rinviati dopo l’apertura delle buste, scenario abbastanza plausibile per la risoluzione della comproprietà. Quel che è certo è che ad oggi Tesser non lo ha chiesto espressamente al presidente Walter Taccone. Il regista ex Reggina ha le caratteristiche funzionali alla costruzione del gioco nel 4-3-1-2 del trainer di Montebelluna.

Viola tuttavia non è l’unico nome per la mediana di Tesser. L’altro osservato speciale è Davide Gavazzi, centrocampista di proprietà della Sampdoria che ha accompagnato Tesser durante tutta la sua esperienza alla Ternana sin dal gennaio del 2014. Gavazzi sarebbe la mezzala perfetta per il modulo tesseriano, potendo giocare sia a destra che a sinistra. La volontà della società blucerchiata è di cederlo nuovamente in prestito.

Il mercato dell’Avellino per il reparto di metà tuttavia dovrà passare prima dalle cessioni. Assai complicata quella di Mariano Arini, in scadenza di contratto il 30 giugno 2016 e restio a muoversi per problemi personali. L’intesa sul rinnovo è sfumata da tempo e non ci sarebbero i margini per riprendere i negoziati. Ecco perché l’Avellino non può concedersi il lusso di perdere a zero euro un calciatore che venduto questa estate assicurerebbe un buon incasso, anche se inferiore al valore di mercato. Meno intricata la situazione di Eros Schiavon – anche lui con un solo anno di contratto – che a 32 anni potrebbe accettare anche un’offerta dalla Lega Pro per avvicinarsi a casa.