Avellino Calcio – Pasquetta al lavoro: Rastelli riabbraccia Visconti

Avellino Calcio – Pasquetta al lavoro: Rastelli riabbraccia Visconti

5 Aprile 2015

I lupi torneranno ad allenarsi domani pomeriggio al “Partenio-Lombardi”. Si rivedrà in campo l’esterno ex Cremonese che ha terminato la riabilitazione alla spalla presso Villa Stuart a Roma.

Avellino – Ancora qualche ora di relax e i calciatori dell’Avellino si tufferanno nuovamente nell’atmosfera del campionato. Alle 15 del giorno di Pasquetta, al “Partenio-Lombardi”, scatterà l’operazione Vicenza che vivrà il suo atto conclusivo venerdì sera alle 20:30 al “Romeo Menti”.

L’anticipo di lusso della 35^ giornata sarà il primo appuntamento del prossimo mese e mezzo di regular season che i lupi dovranno cercare di archiviare con il miglior piazzamento possibile, qualora ovviamente strada facendo dovesse sfumare definitivamente la possibilità di agguantare il secondo posto.

Massimo Rastelli alla ripresa potrà riabbracciare Pietro Visconti, assente dai campi da quel lontano 1 febbraio, quando durante la rifinitura pre-Spezia a San Michele di Serino fu costretto a gettare la spugna dopo l’ennesimo trauma alla spalla destra.

Il laterale sinistro ha ultimato la fase riabilitativa dell’articolazione e da domani lavorerà per rimettersi al passo con i propri compagni. Il suo ritorno in campo potrebbe verificarsi tra il Varese o al massimo la Virtus Entella, contro la quale all’andata a Chiavari iniziò il calvario.

Tempi più brevi invece per Jherson Vergara che già con il Vicenza potrebbe trovare spazio tra i convocati. Il difensore colombiano ha praticamente completato il recupero dall’infortunio al quinto metatarso del piede destro operato il 15 gennaio e ora attende soltanto il ritorno in gruppo.

Rastelli avrà a disposizione soltanto quattro giorni per preparare il big match con la formazione di Pasquale Marino, che dal canto suo potrà contare sui fondamentali rientri di Davide Di Gennaro in cabina di regia e di Antonino Ragusa, tornato a Vercelli per una manciata di minuti dopo l’infortunio al crociato, nel tridente offensivo.

I biancorossi si schiereranno con il canonico 4-3-3 al quale Rastelli potrebbe opporre l’oramai collaudato 4-3-1-2 con Eros Schiavon trequartista atipico al posto di Alessandro Sbaffo. La squalifica di Antonio Zito libererà un altro posto in mediana, oltre a quello dettato dall’avanzamento dell’ex Cittadella.

Se queste fossero le intenzioni tattiche del trainer biancoverde, allora Moussa Kone e Angelo D’Angelo si candiderebbero per tornare entrambi titolari.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<