Avellino Calcio – Partenio-bunker: Novellino aspetta il derby in trincea

Avellino Calcio – Partenio-bunker: Novellino aspetta il derby in trincea

13 ottobre 2017

Claudio De Vito – Walter Novellino da irpino sente il derby come i tifosi biancoverdi, vuole prepararlo senza lasciare nulla al caso ed è per questo motivo che da ieri ha chiuso le porte del Partenio-Lombardi. Almeno sulla carta il suo Avellino è dato per favorito ma nel rettangolo di gioco sarà tutt’altra storia. Magari come all’ultimo Natale quando, reduce dal k.o. con identico punteggio di Bari, contro i granata il tecnico di Montemarano ottenne la sua prima gioia sulla panchina dei lupi

Allora D’Angelo e compagni avevano l’acqua alla gola, adesso invece sono consapevoli di poter proseguire il torneo da protagonisti. Dopo il doppio successo con Novara ed Empoli è mancato il salto qualità annientato in un amen dalla rimonta barese. In tal senso il derby rappresenta una chance rilevante, di quelle da cogliere al volo per di più in casa davanti a diecimila spettatori.

Si giocherà di domenica con un’atmosfera insolita e con tutti i riflettori del calcio italiano puntati addosso alla luce dell’orario. Avellino-Salernitana come antipasto di Inter-Milan nel palinsesto degli appassionati del pallone: un derby tira l’altro ovviamente con le dovute proporzioni di categoria e di tradizione.

Premesse che per la verità interessano ben poco a Walter Novellino che conserva ancora una flebile speranza di recuperare Leonardo Morosini. Le prossime 48 ore saranno indicative in una settimana che per ora ha fatto registrare soltanto lievi progressi alla gamba infortunata. Ecco allora che Luigi Castaldo ha più di un piede e mezzo in campo dall’inizio come partner di Matteo Ardemagni.

Tra i pali tornerà Ionut Radu alle spalle della linea difensiva che rimarrà invariata. A centrocampo potrebbe invece cambiare qualcosa con uno tra Richard Lasik e Soufiane Bidaoui possibile interprete sostitutivo di Salvatore Molina, apparso poco in palla nelle ultime uscite.