Avellino Calcio – Panchina: Petrone il nome caldo per il dopo Rastelli

Avellino Calcio – Panchina: Petrone il nome caldo per il dopo Rastelli

9 giugno 2015

Il tecnico dell’Ascoli è l’indiziato numero uno per la successione sulla panchina biancoverde orfana di Rastelli domani ad Avellino per la risoluzione del contratto.

Avellino – Spiazzato dalla mossa improvvisa di Massimo Rastelli che nel pomeriggio ha ceduto alle lusinghe del Cagliari, l’Avellino ha avviato le ricerche per dare una nuova identità alla guida tecnica. Ancora qualche ora ed il rapporto tra il trainer ex Juve Stabia ed il club caro a patron Walter Taccone sarà risolto, con il presidente dei sardi Tommaso Giulini disposto a pagare di tasca propria la rescissione del contratto pur di annunciare in tempi rapidi il suo nuovo allenatore.

Il capitolo Rastelli andrà definitivamente in archivio domani mattina, quando intorno alle 10 presso la sede di Piazza Libertà si terrà l’ultimo faccia a faccia, quello dell’addio non senza polemiche alla luce della stretta di mano che aveva illuso Taccone in prima persona.

Nelle prossime ore bisognerà voltare pagina con la scelta del sostituto che dovrà avvenire a stretto giro. L’Avellino vuole ingaggiare un allenatore che abbia nel proprio dna l’attitudine ad offendere e a proporre gioco sulla base del 4-3-1-2 o anche del 4-3-3. Modulo quest’ultimo caro a Roberto De Zerbi che tuttavia non si muoverà da Foggia. L’atteggiamento a rombo invece è una prerogativa di Attilio Tesser che alla Ternana ci ha costruito due salvezze. Ipotesi suggestiva, ma al momento mai vagliata, quella che riguarda l’ex tecnico del Modena Walter Alfredo Novellino. 

Tra i papabili allora ecco prendere quota il nome di Mario Petrone. Il 42enne tecnico partenopeo nell’ultima stagione ha conquistato i play-off in Lega Pro alla guida dell’Ascoli, salvo poi uscire al primo turno contro la Reggiana. Nella stagione precedente aveva vinto il campionato di Seconda Divisione con il Bassano Virtus. Con il club marchigiano ha ancora un anno di contratto con opzione per un’altra stagione. La sua idea di gioco oscilla tra il 4-3-3 ed il 4-2-3-1.

Petrone, che ha allenato anche il San Marino, non è stato ancora contattato dai dirigenti dell’Avellino, ma gode della stima del direttore sportivo Enzo De Vito, con il quale esiste anche un rapporto di amicizia. Proprio alla porta del diesse biancoverde Petrone aveva bussato a dicembre per richiedere le prestazioni di Andrea Arrighini, non avendo l’Ascoli un direttore sportivo.

Dunque, Petrone è il nome caldo nella rosa di tecnici al vaglio della società irpina che, una volta metabolizzata la rescissione di Rastelli, passerà all’azione. La soluzione giungerà entro questa settimana.