Avellino Calcio – Il dubbio di Novellino verso il derby

Avellino Calcio – Il dubbio di Novellino verso il derby

11 maggio 2017

Claudio De Vito – Poco meno di 48 ore separano l’Avellino dal derby con la Salernitana che vale un’intera stagione. A 180 minuti dal termine della stagione un appuntamento da non steccare per i biancoverdi, intenzionati ad archiviare il discorso permanenza nella categoria con tutte le loro forze fisiche e mentali.

A Walter Novellino il compito di gestirle e pungolarle a dovere per fare in modo che all'”Arechi si presenti un Avellino arrembante sin dal fischio d’inizio del direttore di gara Riccardo Pinzani di Empoli. Vietato approcciare la gara come ad Ascoli Piceno e a Benevento: servirà un atteggiamento più convinto capace di sposarsi con il credo tattico del tecnico di Montemarano improntato sull’organizzazione finalizzata alla ripartenza.

Per necessità di classifica e sperequazione di pressione l’Avellino dovrà osare qualcosa in più rispetto all’avversario, ma lo farà sempre nel rispetto dei principi di gioco novelliniani. E con la carica dei 2.000 al seguito per lottare fianco a fianco all’imbocco di uno degli ultimi tornanti stagionali.

Tenuta mentale al top, impostazione tattica tradizionale ed i migliori interpreti del momento in modo tale da conferire la giusta intonazione al coro biancoverde. Walter Novellino sta studiando i suoi uomini nella settimana che può valere la salvezza. Lo sta facendo nella trincea del “Sibilia” riscoperta per sfruttarne la superficie di gioco in erba naturale. Tre giorni di esilio a Torrette di Mercogliano, domani si tornerà al Partenio-Lombardi per gli ultimi accorgimenti.

Sarà la rifinitura infatti a stabilire chi giocherà in attacco insieme a Matteo Ardemagni, unico vero e proprio dubbio dell’undici a grandi linee già composto da Walter Novellino. Tre in corsa per la maglia di spalla del numero 33 dei lupi: Umberto Eusepi, Luigi Castaldo e Daniele Verde che attualmente incarnano la continuità, il carisma e la voglia di emergere nel reparto avanzato biancoverde.

Per il resto tutto fatto con Richard Lasik laterale destro di emergenza per sopperire alle assenze di Lorenzo Laverone e Alejandro Gonzalez. A dar man forte in fase di copertura allo slovacco di penserà Angelo D’Angelo, che cambierà fronte in partenza sulla linea dei centrocampisti. Fabrizio Paghera pare destinato alla conferma accanto a Federico Moretti come Soufiane Bidaoui, capace di integrare l’orchestra del 4-4-1-1 con estro ed imprevedibilità.