Avellino Calcio – Mercato, poker di soluzioni per l’eredità di Trotta in attacco

Avellino Calcio – Mercato, poker di soluzioni per l’eredità di Trotta in attacco

17 Gennaio 2016

Archiviato con successo il trasferimento di Marco Migliorini per il reparto difensivo, l’Avellino sta concentrando i propri sforzi in entrata sull’attaccante che dovrà rimpiazzare il partente Marcello Trotta.

Quattro le piste che la società biancoverde sta battendo con una certa insistenza per mettere subito a disposizione di Attilio Tesser il quarto elemento che dovrà integrare la batteria già composta da Castaldo, Tavano e Mokulu.

Il nome di Gianmario Comi è sempre attuale nonostante le difficoltà nello sbrogliare la matassa con Livorno prima e Milan poi. A breve sono attesi nuovi sviluppi ma intanto il duo Taccone-De Vito ha focalizzato l’attenzione su profili di giovani seconde punte.

Con l’Atalanta è stato sondato Gaetano Monachello. L’attaccante siciliano classe ’94 lo scorso anno alla Virtus Lanciano piace anche al Carpi e ieri ha giocato titolare contro l’Inter. In settimana, Monachello avrebbe potuto essere inserito in un potenziale discorso con i nerazzurri per Marcello Trotta, ma la trattativa non è mai nata a causa della volontà del talento biancoverde di sposare il progetto del Sassuolo.

Un altro obiettivo sensibile è Federico Bonazzoli. Richiesto anche dal Livorno, il diciottenne attaccante è stato acquistato a gennaio dalla Sampdoria che lo ha prelevato dall’Inter a titolo definitivo per una cifra tra i sei e i sette milioni. Il club di Eric Thohir però vanta sul calciatore cresciuto nel proprio vivaio un diritto di recompra fino al 2018 fissato a nove milioni. L’Avellino lo ha chiesto a patron Ferrero e attende delle risposte.

E’ tornato in auge anche George Puscas che la dirigenza biancoverde ha già seguito in passato. L’attaccante rumeno classe ’96 rientrerà dal prestito al Bari dove non è riuscito ad affermarsi con poco più di duecento minuti giocati. L’Avellino lo tiene d’occhio nel suo ventaglio di opzioni per il reparto avanzato.