Avellino Calcio – Mercato, si insiste sulla difesa: il punto

Avellino Calcio – Mercato, si insiste sulla difesa: il punto

20 giugno 2017

Claudio De Vito – Il suo aereo decollato dalla Russia è atterrato a Napoli in tarda notte, ma questa mattina Walter Taccone si è presentato puntuale in Corso Vittorio Emanuele per fare il punto della situazione con il figlio Massimiliano ed il ds Enzo De Vito. Oltre alla sponsorizzazione di Sidigas in arrivo (giovedì mattina l’annuncio ufficiale in conferenza stampa), c’è il mercato da portare avanti con la definizione di alcune trattative in dirittura d’arrivo per la difesa, reparto alle prese con la restaurazione per forza di cose.

Nelle prossime ore infatti Walter Novellino dovrebbe ricevere altri due laterali di difesa che rispondono ai nomi di Nicola Falasco a sinistra e Simone Pecorini a destra. Per il primo si chiuderà il trasferimento a titolo temporaneo dalla Roma. Si attende soltanto il momento della firma per un’operazione nell’aria ormai da giorni.

Insieme all’ex Cesena dovrebbe arrivare il difensore classe ’93 scuola Inter a costo zero dalla Virtus Entella. I liguri lo hanno prelevato a gennaio ma non eserciteranno il diritto di prolungamento del contratto ed ecco allora che l’Avellino avrebbe colto la palla al balzo per offrirgli un ingaggio.

In biancoceleste ha giocato anche Marco Moscati che però è di proprietà del Livorno. L’ex Perugia, mezzala ma all’occorrenza anche esterno sia di centrocampo che di difesa, piace a Walter Novellino che lo avrebbe inserito nella lista della spesa. Un jolly che farebbe comodo al tecnico di Montemarano intenzionato ad impostare il 3-5-2 come modulo di riserva. Ed in quest’ottica rientrerebbe anche l’acquisto di Simone Pecorini che può giocare anche al centro della retroguardia.

Chiusa ormai la trattativa per Nicola Falasco, si continua a pressare la Roma anche per Riccardo Marchizza. Sampdoria e Sassuolo interessate al centrale difensivo classe ’98 che a breve scioglierà la sua riserva attraverso l’agente Michelangelo Minieri, quest’ultimo orientato verso una sistemazione in cadetteria al primo anno di professionismo per il suo assistito.

Entro oggi il Cittadella dovrà scegliere se esercitare il diritto di riscatto per Andrea Arrighini. Veneti indecisi sul da farsi a poche ore dal gong. L’Avellino resta in attesa per chiudere il cerchio alle proprie strategie di mercato per quel che riguarda il reparto avanzato.