Avellino, il mercato non si ferma: Capuano invoca i rinforzi

Avellino, il mercato non si ferma: Capuano invoca i rinforzi

15 gennaio 2020

di Claudio De Vito. L’Avellino conta di sbloccare quanto prima lo stallo relativo ai tesseramenti per le note vicende federali, ma intanto continua a sondare il mercato intavolando trattative utili a rinforzare quanto prima la rosa alle prese con una defezione dopo l’altro. Dopo Gabriel Charpentier infatti anche Marco Silvestri ha rimediato un infortunio al ginocchio piuttosto serio: anche per lui la stagione dovrebbe essere finita a causa di una lesione meniscale con interessamento del legamento crociato anteriore. Una brutta tegola che fa il paio con la squalifica di Simone De Marco.

Centrocampo decimato dunque in ottica Teramo. Circostanza che starebbe spingendo la dirigenza biancoverde ad accelerare per il prestito di Tomas Federico, mediano argentino del ’98 il cui arrivo in Irpinia – nonostante la smentita del direttore sportivo Carlo Musa – è dato per certo in Argentina al punto che i media sudamericano hanno rilanciato circa lo sbarco del calciatore in Italia già in giornata. Si vedrà nelle prossime ore.

Nel frattempo si è nuovamente surriscaldata per la fascia destra la pista Sedrick Kalombo in virtù dei tentennamenti del Livorno per il prestito di Agostino Rizzo. C’è infatti l’accordo con l’ex capitano della Primavera del Palermo ma non con il club proprietario del cartellino. E allora gli uomini mercato dell’Avellino si sarebbero fiondati con decisione sul cursore di origini congolesi ma con passaporto italiano, che alla fine potrebbe spuntarla anche se per il ruolo in questione sarebbe spuntata anche l’idea Vincenzo Polito. Inseguito anche nella passata stagione, il giovane laterale ha giocato sempre sull’esterno ad eccezione del match di coppa proprio contro i lupi sfidati nel ruolo inusuale di centrale difensivo.

Al papà Ciro direttore sportivo della Juve Stabia, l’Avellino ha chiesto il portiere Paolo Branduani desideroso di giocare di più e disposto a farlo anche in Serie C. Ma per la porta l’obiettivo primario resta Andrea Dini per il quale si sta provando a stringere con il Parma. In difesa per il momento si attende soltanto il semaforo verde dalla Lega per Francesco Bertolo già da qualche giorno in gruppo. A Ezio Capuano, anche lui squalificato a Teramo e domani in Procura Federale per difendersi dalle accuse della Procura Federale per il post-partita di Avellino-Ternana di coppa, non resta che pazientare ma il rischio di non poter impiegare nuovi arrivi in Abruzzo aumenta di ora in ora.

Per quel che riguarda l’attacco, i riflettori restano puntati su Francesco Fedato che non giocherà la prossima partita con il Gozzano perché squalificato. L’attaccante preme per il trasferimento in biancoverde, ma il suo club di appartenenza continua a resistere. Per il ruolo di punta centrale restano in piedi i tentativi per Salvatore Caturano e Pietro Cianci, con quest’ultimo cercato anche da Carpi, Siena e Ravenna.

La squadra proseguirà in giornata la preparazione in vista del tour de force che attende i biancoverdi. Dopo Teramo infatti sarà la volta di Catania per poi concludere in casa contro il Picerno. Tre gare in otto giorni che Ezio Capuano gradirebbe affrontare con un organico rimpolpato. Alla luce delle assenze in mediana, al “Bonolis” domenica il tecnico di Pescopagano dovrebbe tornare al sistema con i due centrocampisti, ovvero al 3-4-3 grazie anche al rientro di Luis Maria Alfageme nel tridente. In difesa invece si rivedranno sia Santiago Morero e Giuliano Laezza.