Avellino Calcio – Livorno, emergenza esterni d’attacco: opzione 4-3-3 per Panucci

Avellino Calcio – Livorno, emergenza esterni d’attacco: opzione 4-3-3 per Panucci

8 ottobre 2015

Le numerose assenze nel reparto avanzato starebbero spingendo Christian Panucci a mutare atteggiamento tattico in vista della partita casalinga di domenica con l’Avellino. Il tecnico del Livorno, che deve far fronte alla pesante indisponibilità di Vantaggiato al centro dell’attacco, ha perso due esterni come Fedato e, da ultimo, Vajushi, circostanza che ha fatto scattare la spia della disponibilità di fantasisti per il 4-2-3-1.

Le defezioni dell’ex Bari e dell’albanese infatti riducono soltanto a tre gli interpreti del perimetro fantasia alle spalle dell’unica punta. Si tratta di Aramu, che oggi si riaggregherà al gruppo insieme agli altri due nazionali Palazzi e Gasbarro, Pasquato e Jelenic. Il 4-3-3 consentirebbe a Panucci di avere un’alternativa in panchina sull’esterno offensivo, ed ecco perché l’ex difensore di Roma, Inter, Genoa e Milan, punterebbe su un tridente con Aramu e Pasquato ai lati del riferimento centrale Bunino, in vantaggio nel ballottaggio con l’ex Comi.

A far compagnia ai classici due mediani Luci e Schiavone, quest’ultimo inseguito in estate dall’Avellino, ci sarà probabilmente Biagianti. La falla difensiva generata dalla contemporanea assenza di Maicon e Calabresi, alle prese con gli impegni delle rispettive Nazionali, potrebbe essere tamponata da Moscati, che di mestiere fa il centrocampista ma che lo scorso anno si è sacrificato all’occorrenza nel ruolo. L’alternativa è il baby Morelli.