Izzo rompe il silenzio: l’Avellino è pronto a cambiare pelle

Izzo rompe il silenzio: l’Avellino è pronto a cambiare pelle

31 gennaio 2020

di Claudio De Vito. Un comunicato per far capire a tutti di esserci, di stare sul pezzo e di essere stato in disparte per il bene dell’Avellino. Luigi Izzo rompe il silenzio per fugare i dubbi sulla sua permanenza alla guida del club biancoverde dopo la lite con Nicola Circelli. Lo farà con nuovi soci, irpini, con i quali a breve sarà annunciato il sodalizio.

Ecco la sua nota:

“I grandi maestri mi hanno sempre insegnato una cosa: senza una società solida non si va da nessuna parte. Puoi anche avere grandi giocatori, ma tutto dipende dalle persone che gestiscono un club. Se manca l’armonia, le vicende societarie si ripercuotono automaticamente su squadra e piazza. Armonia, equilibrio, programmazione: questo non chiedetelo a me, ma a chi in questi giorni ha fatto di tutto per destabilizzare l’ambiente e parlare di fatti e di cose di cui sarebbe stato meglio discutere e che sarebbe stato meglio risolvere all’interno delle mura societarie per il bene dei calciatori, dell’ambiente, ma soprattutto dei tifosi.

E’ venuto il momento di fare chiarezza e lo faccio solo ora, a chiusura del mercato, per non dare alibi ad alcuno. Il mio silenzio è stato necessario, perché a differenza di altri, mi sento responsabile di quanto sta accadendo e quindi la mia responsabilità mi ha obbligato a cercare una soluzione: forte, duratura ma soprattutto radicata al territorio.
Siamo alle battute finali, credo di esserci riuscito; solo due problemi ci separano dal traguardo. Uno è di facile soluzione, l’altra parte della società ha dichiarato che Loro, per lasciare pretendono la sola somma che hanno investito, è  talmente esigua……. che possiamo risolvere in qualsiasi momento.

La seconda è più complicata ma risolvibile: l’amministratore dovrebbe spiegare come può aver sottoscritto un accordo a latere della vendita, che di fatto a semplice richiesta, la società Calcio Avellino potrebbe rientrare in possesso del vecchio proprietario o in alternativa pagare una penale di non poco conto.

Ma anche su questo argomento, sto lavorando per il bene della società e dei tifosi; per poi presentarvi una compagine societaria con forti imprenditori del territorio e di lunghissimo respiro. Forza Avellino”.