Avellino Calcio – Intrigo Giron, il suo acquisto rischia di saltare: la situazione

Avellino Calcio – Intrigo Giron, il suo acquisto rischia di saltare: la situazione

14 giugno 2015

La trattativa per l’acquisizione del cartellino di Maxime Françoise Giron da parte dell’Avellino ha subito una brusca frenata e rischia di arenarsi definitivamente. Il club biancoverde ha in mano l’accordo con il terzino sinistro del Chieti, ma nelle ultime ore si è fatto vivo il Clermont, squadra francese che lo ha lanciato, battendo cassa per il compenso di formazione (200mila euro) previsto dall’articolo 20 del regolamento Fifa sullo status e sui trasferimenti internazionali di calciatori (che non hanno ancora compiuto il 23esimo anno di età).

Il laterale francese classe ’94, al suo arrivo in Italia dal Clermont nel 2012, non fu tesserato dal Parma proprio per l’indennizzo richiesto dalla sua ex squadra, lasciandolo andare in Serie D (dove l’articolo 20 non trova applicazione) al Montichiari e, successivamente, al Selargius e nell’ultima stagione al Chieti.

Ora che per lui si sono accese nuovamente le sirene del professionismo, il parametro Fifa è tornato d’attualità ostacolando l’Avellino nell’ingaggio del vice di Pietro Visconti sulla fascia sinistra. L’affare rischia di saltare perché in agguato c’è il Latina, disposto a soddisfare la richiesta con la regia di Pietro Leonardi, prossimo ad entrare nei quadri societari pontini, che quando era al Parma ebbe modo di apprezzare il talento di Giron.

L’Avellino non dispera e lavora ad una soluzione per corrispondere il compenso previsto dall’art. 20. Pur di assicurarsi le prestazioni del promettente esterno francese, il presidente Walter Taccone potrebbe trovare un accordo con l’agente del calciatore Damiano Drago, accollandosi ognuno metà della cifra da corrispondere al Clermont.