Avellino Calcio – Il pagellone dei lupi: Comi indemoniato, Regoli sprint

Avellino Calcio – Il pagellone dei lupi: Comi indemoniato, Regoli sprint

22 Maggio 2015

L’ariete biancoverde strappa applausi alla platea del “Rigamonti” con la perla del momentaneo 1-1. L’esterno in palla sulla corsia destra.

Bavena 5,5 – Sfortunato nel raccogliere in fondo al sacco due tifi piazzati chirurgicamente sul palo lungo. In mezzo la respinta d’istinto su Corvia, poi la terza capitolazione a tu per tu. Si dimostra comunque all’altezza del suo compito.

Pisacane 6 – Si presenta con due interventi puliti in anticipo. Il terzo viene offuscato dal fallo non fischiato da Chiffi che manda in porta Corvia. Meriterebbe maggiore tutela (dal 1’ st Schiavon 5,5 – Molto dinamismo, ma poca incisività da parte dell’ex Cittadella schierato dietro le punte. La condizione fisica è a posto e a Rastelli può bastare)

Fabbro 5,5 – Serata negativa per la difesa ed il suo uomo di maggiore esperienza fa poco per invertire il trend. Ci mette qualche pezza quando può, ma la serata è storta anche per lui.

Vergara 5,5 – Corvia gli crea qualche grattacapo di troppo. Più ombre che luci nella sua prestazione a difesa dell’area di rigore.

Regoli 6,5 – Va al cross con una certa facilità e proprio da una sua imbucata nasce il momentaneo 1-1 di Comi. Sfonda spesso dalle parti di Gargiulo, travolto nel duello sulla fascia.

Kone 5 – Troppo molle nell’atteggiamento, non alza mai il ritmo quando gli capita la palla tra i piedi. Eppure basterebbe poco per sfrecciare in una gara non proprio dai ritmi infernali.

Angeli 5 – Tenta di distribuire il gioco ma è troppo lento nell’impostazione. La prova del “Rigamonti” è lo specchio della sua esperienza complessiva in maglia biancoverde.

Filkor 5 – Mai in partita. Rastelli gli concede una chance ma l’ungherese conferma l’anonimato dell’intera stagione anche nell’ultimo appuntamento (dal 18’ st D’Angelo 6 – Come a Bologna sfiora il gol quasi in fotocopia. Positivo il suo impatto sulla partita)

Bittante 5,5 – Si gioca poco sul suo lato e inoltre Zambelli lo aggredisce, costringendolo a rimanere sulle sue. Inconsistente l’apporto propositivo.

Trotta 5 – Inizia bene mettendosi in mostra con una conclusione deviata in angolo dal portiere, poi si eclissa complice anche l’intesa praticamente nulla con Comi. (dall’11’ st Sbaffo 6 – Prezioso il servizio per l’incornata di Comi. E’ il terzo assist per il fantasista ex Latina che si è praticamente guadagnato la riconferma, Chievo permettendo)

Comi 7,5 – Lo stadio non viene giù sulla sua acrobazia da cineteca, ma applaude comunque a scena aperta. La quinta marcatura stagionale dell’ariete ex Lanciano è roba per palati fini. La sesta è un saggio da predatore d’area. Letale.