Avellino Calcio – Futuro societario: gli scenari del momento

Avellino Calcio – Futuro societario: gli scenari del momento

22 maggio 2018

di Claudio De Vito – Fallita la trattativa con Italpol per l’ingresso a maggioranza nell’Avellino del gruppo Gravina (che ha chiesto la restituzione dei 200mila euro di caparra versati all’atto del preliminare per l’acquisizione delle quote), il ventaglio degli scenari relativi al futuro societario si restringe pur rimanendo vario. Scenari, proiezioni appunto perché all’orizzonte non si vede ancora nulla di concreto. Tutto resta nell’alveo degli interessi, degli ammiccamenti o, peggio ancora, delle fumate nere come nel caso di Italpol.

Walter Taccone in prima persona non ha mai fatto mistero di essere alla ricerca di nuovi soci in grado di rilanciare le ambizioni di un club in sofferenza negli ultimi anni sul piano economico e dei risultati. Non sarebbe un socio proprietario di quote, ma una solida spalla Enrico Preziosi, patron del Genoa che da qualche anno ormai ha istituito un asse caldo di mercato con l’Avellino.

Il discorso potrebbe proseguire su questi presupposti o addirittura sfociare in un contributo a livello di sponsorizzazione. Collaborazione e non dunque ingresso nel club ha fatto sapere il numero uno del club genoano, il quale ha già intrapreso con l’Avellino il dialogo per il prestito-bis di Leonardo Morosini ed eventualmente quello di Raul Asencio.

E’ questo lo scenario al momento più plausibile per il futuro del sodalizio biancoverde attorno al quale continua a gravitare il nome di Giovanni Lombardi. L’ex presidente di Casertana e Benevento affiancherebbe Walter Taccone nelle vesti di socio di minoranza, ma non esiste una trattativa tra le parti che possa far mutare nel breve periodo gli assetti societari dell’Unione Sportiva.

 

Intermediari al lavoro invece per valutare l’acquisto della società da parte dell’uomo d’affari del Colorado Foster Gillett, dal 2007 al 2010 al Liverpool insieme al padre George (uno dei due proprietari di maggioranza dei Reds). L’agenzia londinese Blackbridge Cross Borders ha manifestato l’interesse da parte di Gillett all’acquisizione del 100% delle quote per un’operazione di ampio respiro con un esborso fino a otto milioni. L’industriale con interessi nell’hockey sul ghiaccio e nella Nascar sarebbe rimasto letteralmente stregato dalla passione ed il calore dei tifosi biancoverdi e nelle prossime settimane potrebbe sbarcare in Italia per conoscere la piazza avellinese.