Avellino Calcio – Marcolin già al capolinea: Taccone richiama Tesser

Avellino Calcio – Marcolin già al capolinea: Taccone richiama Tesser

20 aprile 2016

La notte appena trascorsa ha evidentemente fatto riflettere i dirigenti dell’Avellino che hanno deciso di esonerare Dario Marcolin richiamando in panchina Attilio Tesser.

La posizione di Marcolin era apparsa salda nel post partita di ieri sera con il Trapani, con il tecnico bresciano che si era presentato anche ai microfoni della sala stampa per commentare il ko con i siciliani annunciando una probabile partenza anticipata per Vercelli.

Tesser torna sulla panchina biancoverde ad un mese di distanza dall’esonero seguito alla sconfitta interna con la Ternana. A lui il compito di risollevare l’Avellino in questo finale di stagione.

Alla vigilia della gara con il Trapani, patron Taccone aveva escluso categoricamente il ritorno del tecnico di Montebelluna, ma il quarto ko di fila ha fatto precipitare la situazione inducendo la proprietà a riportarlo in Irpinia.

Invariate le condizioni contrattuali di Tesser ad Avellino: il rinnovo scatterebbe in caso di posizionamento entro il decimo posto in classifica, obiettivo utopistico al momento. Per lui un mero ruolo da traghettatore attraverso un nuovo patto tra gentiluomini con il club di Taccone.

Marcolin archivia la sua breve parentesi irpina con un solo punto conquistato in cinque partite. Per lui si tratta del terzo esonero in carriera dopo quelli di Modena e Padova.

Tifosi scatenati sul web e sui social network. L’esonero di Marcolin viene vissuto come una liberazione. Il ritorno di Tesser era stato acclamato a gran voce nelle scorse settimane.

Tesser dirigerà il primo allenamento nel pomeriggio col suo staff tecnico. Annullata la ripresa dei lavori fissata questa mattina alle 11:30.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.