Avellino Calcio – Entourage Molina: “Taccone chieda scusa al calciatore”

Avellino Calcio – Entourage Molina: “Taccone chieda scusa al calciatore”

26 novembre 2016

“Molina inabile al calcio”. La recente uscita pubblica del presidente e amministratore unico dell’Avellino Walter Taccone non è affatto andata giù alla Promoesport, agenzia che cura gli interessi dell’esterno in forza ai biancoverdi ma di proprietà dell’Atalanta.

Salvatore Molina è stato acquistato in prestito dall’Avellino in prossimità della chiusura del calciomercato estivo già infortunato e con tempi di recupero incerti. L’esterno ex Perugia, Carpi, Cesena e Modena non è mai giunto in Irpinia e il suo ultimo avvistamento risale allo scorso 22 ottobre al “Silvio Piola” di Novara per assistere al match dei suoi compagni di squadra in realtà mai conosciuti (foto).

In seguito, le parole di Walter Taccone alle quali la Promoesport ha replicato duramente con un comunicato precisando che “Salvatore Molina è stato vittima di un problema muscolare (distonia muscolare), di cui l’Avellino era al corrente e per il quale il percorso riabilitativo è stato concertato con l’Atalanta” e allo stesso tempo che il calciatore “completerà il percorso di recupero nel mese di gennaio”.

L’Atalanta si riprenderà Molina che insieme al suo entourage non ha gradito le esternazioni di Walter Taccone. “Alla luce di questi fatti – ha incalzato la nota – l’agenzia Promoesport e il calciatore Salvatore Molina sono rimasti sconcertati e disgustati dalle dichiarazioni del presidente Taccone, che si è permesso di ledere l’immagine di un ragazzo che sta semplicemente recuperando da un infortunio”.

“Con questo nessuno – ha proseguito la Promoesport – può permettersi di giudicare l’integrità fisica di Molina, fino al punto da definirlo “inabile al calcio”!!! Sono dichiarazioni sconcertanti, di cui si chiede un’immediata rettifica e le scuse al calciatore. In caso contrario, la nostra agenzia e lo stesso calciatore sono pronti ad adire le vie legali nei confronti di chi, senza alcun supporto medico, si è permesso di etichettare l’immagine e la carriera di un professionista esemplare come Salvatore Molina”.