Avellino Calcio – Si complica il Comi-bis, pressing Migliorini: il punto sulle trattative

Avellino Calcio – Si complica il Comi-bis, pressing Migliorini: il punto sulle trattative

14 Gennaio 2016

A meno di clamorosi dietrofront ed incastri di un mercato come sempre imprevedibile negli scenari, Gianmario Comi non vestirà per la seconda volta il biancoverde. Sarebbe stato lo stesso calciatore, nei giorni scorsi a Fisciano per una visita posturologica, a confidare ad alcuni conoscenti che il passaggio in Irpinia è complicato e pertanto non si concretizzerà.

Dietro il pessimismo dell’ariete classe ’92 ci sarebbero due fattori: la volontà del presidente del Livorno Aldo Spinelli di tenerlo a corte fino a giugno e quella del Milan, società proprietaria del cartellino, di liberarsene eventualmente soltanto a titolo definitivo. I rossoneri si sono infatti resi conti che alla soglia dei 24 anni Comi non può più esplodere ad alti livelli e di conseguenza se ne priverebbero una volta per tutte in modo da alleggerire il parco calciatori.

Si virerà altrove. Intanto l’Avellino continua a condurre la trattativa per arrivare a Marco Migliorini. Il sentiero si sta rivelando impervio alla luce delle oramai note richieste della Juve Stabia per il cartellino. Le vespe valutano il possente difensore di Peschiera del Garda poco meno di mezzo milione di euro, o meglio quei 450.000 euro offerti in estate dal Carpi che poi non concretizzò l’affare a causa dell’addio del direttore sportivo Cristiano Giuntoli.

La dirigenza biancoverde starebbe trattando sulla base del prestito con diritto di riscatto, strada percorsa anche dallo Spezia rispetto a cui l’Avellino ha la precedenza nelle preferenze del calciatore. Migliorini, sulla scorta dei precedenti Zappacosta, Izzo, Bittante e ora Trotta, ritiene l’Irpinia la realtà esatta per conquistare la ribalta della Serie A.