L’Avellino crolla ancora sul più bello: il Catania la spunta nel finale

L’Avellino crolla ancora sul più bello: il Catania la spunta nel finale

22 gennaio 2020

di Claudio De Vito. Ancora una beffa nel finale per l’Avellino che a Catania si fa rimontare incassando la seconda sconfitta consecutiva. Al “Massimino” è stato Zullo a portare in vantaggio i lupi con la zampata di opportunismo scaturita dal piazzato di Di Paolantonio. La gioia è durata poco perché lo stesso Zullo allo scadere della prima frazione non è riuscito a frenare l’impeto di Curiale, abile a raddrizzare il risultato da distanza ravvicinata dopo un taglio di Rizzo per l’inserimento a destra di Biondi.

Nella ripresa gli uomini di Capuano hanno avuto addirittura tre buone chance per il colpaccio mancato a turno dal neo acquisto Izzillo, subentrato in avvio di gara allo sfortunato Celjak vittima di un infortunio con punti di sutura al polso, Di Paolantonio e Micovschi tutti di poco imprecisi nella conclusione a rete. Catania in difficoltà, ma reattivo alla distanza dagli undici metri: Morero ha provocato un altro calcio di rigore trattenendo Esposito al momento della battuta di un corner e ha mandato dal dischetto Sarno che ha fatto 2-1 tra le polemiche. Nel recupero il tris firmato ancora una volta dal folletto rossoazzurro agevolato dall’inferiorità numerica causata dall’espulsione di Parisi.

Un altro doloroso e questa volta severo k.o. per i lupi che ancora una volta hanno accusato l’assenza di un vero bomber che il mercato dovrà necessariamente regalare. Arriverà a stretto giro invece un portiere, ma anche ai piedi dell’Etna Tonti si è esaltato con due riflessi di spessore. E domenica al Partenio si presenterà il Picerno, oggi vittorioso ai danni della Cavese, in un match delicato in chiave salvezza.

Catania-Avellino 3-1, il tabellino

Marcatori: 40′ pt Zullo, 45′ pt Curiale, 38′ st rig. e 48′ st Sarno.

Catania (4-2-3-1): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Rizzo, Biagianti (24′ st Vicente); Biondi (1′ st Sarno), Curcio (11′ st Mazzarani), Di Molfetta (24′ st Esposito); Curiale (1′ st Barisic).

A disp.: Martinez, Pino, Marchese, Manneh, Distefano, Di Grazia, Frisenna. All.: Lucarelli.

Avellino (3-5-2): Tonti; Illanes, Zullo, Bertolo (1′ st Rossetti); Celjak (15′ pt Izzillo, 26′ st Morero), Laezza, Di Paolantonio, De Marco, Parisi; Micovschi, Alfageme (40′ st Albadoro).

A disp.: Pizzella, Njie, Evangelista, Acampora, Russo. All.: Capuano.

Arbitro: Paterna di Teramo. Assistenti: Basile di Chieti e Di Giacinto di Teramo.

Note: espulso 36′ st Parisi per proteste, ammoniti 16′ pt Curiale, 43′ pt Izzillo, 19′ st Biagianti, 21′ st Mazzarani, 30′ st Silvestri, 31′ st Laezza per gioco scorretto, 36′ st Alfageme, 36′ st Esposito per comportamento non regolamentare, 40′ pt Lucarelli e 6′ st Capuano per proteste dalla panchina, angoli 8-1, recuperi 2′ pt e 4′ st.