Avellino Calcio – Caso Nocerina, in arrivo le sentenze: Castaldo rischia un lungo stop

Avellino Calcio – Caso Nocerina, in arrivo le sentenze: Castaldo rischia un lungo stop

15 giugno 2015

Si preannuncia un’estate rovente per i circa settanta ex tesserati della Nocerina coinvolti nell’inchiesta Nuceria che nel gennaio dello scorso anno portò all’arresto dell’ex patron del club rossonero Giovanni Citarella.

La Procura Federale della Figc presieduta da Stefano Palazzi in autunno ha fatto scattare i deferimenti nei confronti di ex dirigenti e calciatori molossi che tra il 2009 ed il 2012 avrebbero percepito pagamenti in nero, e a breve è attesa la pronuncia di primo grado del Tribunale Federale Nazionale.

Nel lungo elenco anche l’attaccante dell’Avellino Luigi Castaldo che rischia così di dover saltare diverse partite della prossima stagione. Il bomber Giugliano, insieme alle altre persone coinvolte, avrebbe agito in violazione dell’articolo 1 del Codice di Giustizia Sportiva, recante il principio della lealtà sportiva.

Il Procuratore Federale Stefano Palazzi avrebbe chiesto per lui e altri calciatori sei mesi di squalifica. Il patteggiamento, con cui si eviterebbe il processo sportivo, però consentirebbe di ottenere lo sconto di un terzo della pena, che diverrebbe di conseguenza di quattro mesi più ammenda. In tal caso la competenza è della Procura Generale dello Sport istituita presso il Coni.

Tra la fine di questo mese e l’inizio di luglio dovrebbe arrivare la sentenza per l’attaccante dell’Avellino secondo un orientamento, consolidato nell’ambito dei vari procedimenti ad personam, che tende a far scontare parte della squalifica durante i mesi estivi.

Castaldo a questo punto rischia di tornare in campo addirittura a novembre. La dirigenza biancoverde segue con attenzione la vicenda ed è già pronta ad intervenire sul mercato per sostituire la sua punta di diamante nell’ultimo torneo.