Calciomercato Avellino, via Morero: è iniziata la rivoluzione di D’Agostino

Calciomercato Avellino, via Morero: è iniziata la rivoluzione di D’Agostino

20 Luglio 2020

di Claudio De Vito. Santiago Morero è la prima vittima illustre della rifondazione in casa Avellino agevolata dai numerosi contratti in scadenza. Il difensore argentino, giunto in Irpinia a gennaio di due anni fa, ha smesso la fascia di capitano salutando la piazza sul proprio profilo Instagram. Un addio che in realtà non sorprende, anche se uno spiraglio di permanenza nelle vesti di uomo spogliatoio c’era.

E’ il segnale inequivocabile di una rivoluzione che porterà in organico una ventina di nuovi elementi. Nei piani di Piero Braglia per il reparto difensivo c’è ben altro, vale a dire Gennaro Scognamiglio e Riccardo Idda, entrambi già avuti a corte rispettivamente alla Juve Stabia e al Cosenza. Due trattative che decollerebbero tuttavia ad agosto, al termine del campionato di Serie B.

Ma si guarda anche in casa Reggina dove le operazioni di alleggerimento del parco over rappresentano la priorità. L’Avellino ha puntato Francesco De Rose e Abdou Doumbia, entrambi convocati per la prima fase pre-campionato agli ordini di Domenico Toscano al via oggi.

Presente al raduno anche l’attaccante Manuel Sarao, inserito come idea dall’agente Giovanni Tateo nel discorso rinnovo dell’altro suo assistito Vincenzo Garofalo, per il quale il biennale in biancoverde appare una pura formalità. Allan Pierre Baclet invece si aggregherà alla truppa amaranto soltanto l’1 agosto, avendo disputato i playoff con la Virtus Francavilla. Il francese ha un altro anno di contratto.

Salutato Santiago Morero, sul fronte delle conferme gli agenti di Giuliano Laezza e Marco Silvestri restano in attesa di un segnale dal direttore sportivo Salvatore Di Somma alle prese anche con le opzioni Under. L’Avellino 2020/2021 infatti ne schiererà almeno tre nell’undici titolare in ottica minutaggio. Il regolamento in tal senso approderà in Assemblea dei Club di Lega Pro prevista venerdì.