Avellino Calcio – Cabezas, slitta il rientro. Derby: Novellino e i suoi dubbi

Avellino Calcio – Cabezas, slitta il rientro. Derby: Novellino e i suoi dubbi

8 marzo 2018

Claudio De Vito – Bryan Cabezas non tornerà per il derby con la Salernitana, ma si rivedrà ad Avellino la settimana prossima assicurando così la sua disponibilità per la gara interna con il Pescara. Il giovane fantasista di proprietà dell’Atalanta ha infatti ottenuto dalla società biancoverde un prolungamento del permesso di stare in Ecuador (scortato dal suo agente Simone Tanganelli) accanto alla compagna Thais e alla primogenita Zoe venuta alla luce lo scorso 2 marzo.

Nulla che spiazza Walter Novellino, già consapevole in cuor suo di dover fare i conti con un utilizzo part-time dell’ecuadoregno in caso di rientro questa notte in tempo per l’allenamento di domani. Insomma il tecnico biancoverde non ha mai fatto affidamento sulla disponibilità di Bryan Cabezas per la sfida dell’ “Arechi” alla quale invece ci sarà Luigi Castaldo. Il bomber di Giugliano – mai a segno contro la Salernitana in maglia biancoverde – ha recuperato e, seppur inizialmente dalla panchina, si candida per colmare il gap carismatico senatoriale innescato dall’assenza per squalifica del capitano Angelo D’Angelo.

Nel pomeriggio contro la Primavera Walter Novellino ha effettuato un primo serio collaudo per l’undici che scenderà in campo dal primo minuto contro i granata di Stefano Colantuono. Dietro le porte chiuse, top secret le scelte del tecnico di Montemarano che dovrebbe in ogni caso puntare sul 4-2-3-1 in virtù del recupero di Davide Gavazzi.

Il jolly biancoverde agirà come al solito alle spalle dell’unica punta Matteo Ardemagni (questa mattina a Firenze insieme a Luca Lezzerini per l’ultimo saluto all’ex compagno di squadra Davide Astori) in cerca del gol che manca da quattro mesi. Raul Asencio e proprio Luigi Castaldo artiglieria utile in corso d’opera, qualora Walter Novellino dovesse averne bisogno. A Soufiane Bidaoui, espulso all’ultimo derby, il compito di sfondare a sinistra dalle parti dell’arcigno Tiago Casasola.

Davanti ai circa 12mila dell’ “Arechi”, la mediana sarà composta da Carlo De Risio e Francesco Di Tacchio, i quali potranno avvalersi della collaborazione di Davide Gavazzi come terzo di centrocampo soprattutto quando si tratterà di contenere la fase di palleggio avversaria. Fin qui le certezze che vacillano invece per quel che riguarda il tassello di destra del trio fantasia.

Salvatore Molina infatti non è sicuro del posto perché insidiato da Lorenzo Laverone, a maggior ragione se Walter Novellino – memore dello shock dell’andata – dovesse optare per il ritorno a destra di Pierre Ngawa per limitare Mattia Sprocati. Ci sono però da valutare le condizioni di Simone Rizzato, reduce da un problema muscolare: ecco perché i dubbi sono tutti lungo la catena di destra con inevitabili ripercussioni per l’interprete basso mancino. Al centro la coppia composta da Santiago Morero e Anton Kresic non si schioda, con Marco Migliorini e Riccardo Marchizza costretti a vivere da seconde scelte il derby.