Avellino Calcio – Ribalta internazionale: Bastien in vetrina nella gioielleria Belgio

Avellino Calcio – Ribalta internazionale: Bastien in vetrina nella gioielleria Belgio

20 marzo 2016

E’ iniziata la prima avventura con la Nazionale Under 21 di Samuel Bastien che ieri ha sostenuto l’ultimo allenamento ad Avellino ed è salito sul volo che lo ha condotto in Belgio. Il centrocampista biancoverde ha raggiunto il ritiro alla corte del commissario tecnico Vincenzo Scifo che lo inserirà nelle rotazioni per il doppio impegno con Moldavia (il 23 marzo a Chisinau) e Montenegro (il 8 marzo a Leuven).

Nel girone di qualificazione agli Europei di categoria del prossimo anno, il Belgio ha due lunghezze di ritardo dalla capolista Repubblica Ceca dalla quale è stata battuta lo scorso 12 novembre, ma rispetto alla quale ha disputato una gara in meno.

In quell’occasione era assente il leader della selezione belga Dennis Praet, talentuoso fantasista classe ’94 dell’Anderlecht con in estate finirà con ogni probabilità in uno dei principali campionato europei. Con Praet, capitano del nuovo corso Scifo scattato la scorsa estate, ci sarà un altro elemento del vivaio biancomalva, vale a dire Youri Tielemans che non ha ancora compiuto diciannove anni. Nonostante sia il più giovane agli ordini di Scifo, Tielemans è un pilastro davanti alla difesa nel 4-2-3-1 praticato da Scifo.

Con loro ci sarà un altro prodotto marchiato Anderlecht che l’Avellino potrebbe riscattare a giugno. Bastien, nato il 26 settembre 1996, è il terzo calciatore più giovane nelle attuali convocazioni dopo Tielemans e Musonda, nato tre settimana dopo il folletto biancoverde.

Per lui finora soltanto due presenze con l’Under 19 mentre ora la possibilità di esibirsi al fianco di altri gioiellini che rispetto a lui hanno già accumulato esperienza a livello internazionale, in particolar modo Praet. Fuori causa invece Divock Origi, attaccante del Liverpool chiamato in Nazionale maggiore per il test con il Portogallo.

Bastien dovrà lottare per intaccare le gerarchie alle quali Scifo lavora da qualche mese, ma potrebbe trovare spazio sia nella coppia di mediani sia nel trio di fantasisti alle spalle dell’unica punta in virtù della sua poliedricità. L’Avellino lo seguirà da lontano, gli osservatori di mezza Europa lo visioneranno dal vivo. La ribalta internazionale di Bastien è appena cominciata.