Avellino Calcio – Alla ricerca del gol perduto: in trasferta manca dall’ultimo blitz

Avellino Calcio – Alla ricerca del gol perduto: in trasferta manca dall’ultimo blitz

7 Aprile 2015

L’Avellino non trova la via della rete da un mese e mezzo lontano dal “Partenio-Lombardi”. I numero dell’attacco biancoverde fanno rabbrividire, ma sono bilanciati dagli elevati standard della retroguardia.

Avellino – Segna poco e difende bene, ma urge invertire il trend realizzativo in trasferta se l’ambizione è la A diretta o comunque il terzo o quarto posto.

L’Avellino non segna lontano dal “Partenio-Lombardi” dallo scorso 22 febbraio, quando Marcello Trotta firmò l’impresa di Livorno. Da allora è trascorso un mese e mezzo scandito da tre gare in esterna senza depositare la sfera in fondo al sacco avversario.

Il marzo nero dei lupi sul piano dei risultati è stato corroborato dall’anemia realizzativa contro Carpi, Virtus Lanciano e Catania. 13 le reti messe a segno fuori casa dalla formazione di Massimo Rastelli: peggio hanno fatto soltanto il Latina e la cenerentola Varese.

33, invece, le marcature complessive che consegnano all’Avellino lo score peggiore di tutta la zona play-off. In questo caso, i biancoverdi sono riusciti a mettersi dietro solo Modena, Latina e Ternana, con la Virtus Entella invece a pari merito.

Alla media di un gol e poco più realizzato a partita fa da contraltare quella certamente più lusinghiera che attesta la squadra irpina al terzo posto nella classifica delle difese. Quella biancoverde è la quarta migliore del torneo con 30 gol al passivo (meno di uno a gara), dopo Carpi (24) ed il duo emiliano Bologna-Modena (29).

Se si considera, invece, il dato casalingo, allora l’Avellino fa da battistrada a braccetto col Modena, forte di sole 10 reti incassate a domicilio.

Subito dietro il Vicenza a quota 11 e prossimo avversario nel catino tabù del “Romeo Menti”. Premesse di certo non lusinghiere per l’Avellino, alle prese con la lunga astinenza del suo bomber principe Luigi Castaldo (il 28 febbraio l’ultima gioia con la Ternana su rigore, il 14 febbraio l’ultimo sigillo su azione) chiamato a sbloccarsi al fianco di Trotta, a sua volta affamato di doppia cifra.

 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<