Verso Avellino-Bisceglie: due ballottaggi per Ignoffo

Verso Avellino-Bisceglie: due ballottaggi per Ignoffo

20 settembre 2019

di Claudio De Vito. La sezione fallimentare del Tribunale di Avellino ha accolto la richiesta di proroga per la presentazione del piano di concordato da parte di Sidigas. Gianandrea De Cesare pertanto avrà tempo fino al 6 novembre per impostare la ristrutturazione del debito. I creditori restano alla finestra ma, almeno per il momento, un po’ di ossigeno per il gruppo proprietario dell’Avellino Calcio che attende la pronuncia del Tribunale del Riesame sul ricorso inoltrato dalla Procura della Repubblica contro il dissequestro di gran parte di beni Sidigas deciso dal Gip.

Vicende che gli uomini di Giovanni Ignoffo hanno dimostrato di non soffrire a giudicare dai risultati. Nessuna distrazione sul campo anche perché ora è il momento di accelerare ancora complice il calendario tutt’altro che proibitivo. Il match di domenica inaugurerà il primo tour de force della stagione, banco di prova dal punto di vista della tenuta fisica per una squadra che sta sì carburando ma che ha dovuto arrangiarsi con la preparazione pre-campionato, che tra l’altro non tutti gli effettivi hanno sostenuto dal primo giorno.

Contro il Bisceglie degli ex Reno Wilmots, Layousse Diallo e Angelo Casadei, Giovanni Ignoffo dovrà fare a meno ancora una volta di Nermin Karic e Luca Palmisano in mezzo al campo. Ancora congelata la posizione del baby fantasista Dennis Stojokovic per il quale il semaforo verde della Fifa tarda a scattare. Salvo forfait dell’ultim’ora, il tecnico palermitano di conseguenza se la giocherà con gli stessi ventuno di Potenza.

Rispetto a domenica scorsa però Diego Albadoro è disponibile e si gioca la maglia di terminale offensivo del 5-4-1- con Gabriel Charpentier, novità briosa e soprattutto concreta sbarcata direttamente dalla Lettonia. Alla fine potrebbe prevalere il motto “squadra che vince non si cambia” e così, insieme all’attaccante francese, verrebbe confermato anche Julian Illanes. Walter Zullo però scalpita per un posto nell’assetto difensivo a cinque. Tutto invariato il resto dell’undici iniziale che potrà contare regolarmente su Giuliano Laezza e Santiago Morero e sull’apporto di un Partenio-Lombardi che sarà gremito da oltre cinquemila spettatori.