Avellino-Bari 1-2, Vajushi non gode: “Testa bassa e pedalare”

Avellino-Bari 1-2, Vajushi non gode: “Testa bassa e pedalare”

2 aprile 2018

Non basta la carica di Armando Vajushi all’Avellino che esce sconfitto dal Partenio-Lombardi per quella che è diventata un’agonia senza fine. I lupi cedono il passo al Bari illusi proprio dall’albanese abile a farsi trovare pronto sulla fascia alla sua prima da titolare.

“Abbiamo giocato un bel primo tempo e poi siamo calati e loro hanno sfruttato il nostro momento negativo” ha affermato l’ex Pro Vercelli e Livorno. “Sarebbero stati tre punti fondamentali – ha aggiunto – avremmo fatto un bel salto in classifica e saremmo stati più tranquilli. Ora ci aspetta la gara con il Perugia, non ci resta che abbassare la testa e pedalare. Dobbiamo far parlare soltanto il campo”.

“Sono felice per il gol – ha sottolineato l’esterno biancoverde – sono due mesi che non giocavo e sono calato per questo. Ho avuto problemi ma è il mister a fare la formazione e con lui c’è un buon dialogo. Noi siamo professionisti e dobbiamo fare il nostro, mentalmente non siamo al top”.