Avellino-Bari, domani il summit in Questura. No ai bambini nel settore ospiti

Avellino-Bari, domani il summit in Questura. No ai bambini nel settore ospiti

11 febbraio 2016

Claudio De Vito – Il Partenio-Lombardi si prepara ad ospitare l’incontro tra Avellino e Bari con il settore ospiti desolatamente vuoto a casa dell’assenza forzata da parte della tifoseria barese fermata dal Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive.

Un fatto risaputo oramai dalla scorsa settimana, quando l’Osservatorio nazionale sulle manifestazione sportive ha recepito la direttiva del Comitato ufficializzando il provvedimento, ma negli ultimi giorni si è creato uno spiraglio per aprire i cancelli dello spicchio di Curva Nord alla giovanissima platea irpina.

L’Avellino ha sondato la possibilità di ospitare i bambini degli istituti scolastici e delle scuole calcio della provincia ricevendo a quanto pare segnali negativi in tal senso da parte dei responsabili dell’ordine pubblico. Non sussisterebbero infatti i requisiti di sicurezza per ospitare i giovani tifosi in un settore dell’impianto la cui capienza è già ridotta a ottocento posti.

Stroncata sul nascere pertanto l’iniziativa del club biancoverde che da anni per volere della famiglia Taccone ospita in Tribuna Terminio le scolaresche del territorio irpino e che con ogni probabilità continuerà a farlo per la gara di sabato, accogliendo le richieste delle comunità sportive e scolastiche del circondario.

Intanto domani è in calendario la riunione tecnica per l’organizzazione definitiva dell’ordine pubblico dopo il Gruppo operativo per la sicurezza tenuto lunedì. Presso la Questura di via Palatucci si metteranno a punto le misure di dettaglio per l’evento calcistico, tra le quali l’impiego di uomini che non dovrebbe superare le cento unità alla luce dell’assenza della tifoseria ospite.

Sarà innalzato piuttosto il livello di guardia in corrispondenza dei varchi di accesso alla Curva Sud e alla Tribuna Terminio per combattere il fenomeno dei cosiddetti portoghesi.

Di recente, la Polizia di Stato coordinata dal Questore di Avellino Maurizio Ficarra ha provveduto ad elevare sanzioni amministrative dell’importo di 170 euro nei confronti di diciannove giovani che in occasione del derby con la Salernitana aveva tentato di entrare allo stadio senza biglietto.