Avellino-Bari a rischio incidenti: le disposizioni dell’Osservatorio

Avellino-Bari a rischio incidenti: le disposizioni dell’Osservatorio

22 febbraio 2018

L’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive nella sua consueta riunione organizzativa del mercoledì ha individuato le misure di sicurezza da adottare in occasione dei prossimi incontri di calcio considerati a rischio incidenti nei vari campionati italiani. Tra questi figura Avellino-Bari in programma il prossimo 4 marzo al Partenio-Lombardi, appuntamento caratterizzato da una storica rivalità tra le due tifoserie.

Quella barese potrà essere regolarmente presente in terra irpina e lo farà presumibilmente in massa occupando tutti gli ottocento posti del settore ospiti del Partenio-Lombardi. In più i tifosi biancorossi potranno acquistare il tagliando senza il necessario possesso della Tessera del Tifoso, sempre più una rarità dopo il protocollo sottoscritto in estate.

Ai residenti in Puglia però non potranno essere venduti biglietti di altri settori trattandosi di un match connotato da profili di rischio illustrati fatti pervenire al Ministero dell’Interno direttamente dalle Questure di Avellino e Bari. Incedibilità dei titoli di ingresso e rafforzamento delle attività di prefiltraggio e filtraggio le altre disposizioni.

Direttive non eccessivamente restrittive, ma le forze dell’ordine vigileranno nei pressi e ai varchi dello stadio dopo aver sorpreso due settimane fa un paio di ultrà bolognesi colpiti da Daspo all’ingresso della Curva Sud. Il Gruppo Operativo per la Sicurezza della prossima settimana stabilirà le misure di dettaglio per regolare il massiccio afflusso della tifoseria barese.