Avellino-Bari rinviata: lupi in campo, si rivede Morosini

Avellino-Bari rinviata: lupi in campo, si rivede Morosini

4 marzo 2018

Dal Partenio-Lombardi, Claudio De Vito – L’Avellino in campo ci è sceso ugualmente, anche se con il dolore per la morte di Davide Astori nel cuore. Non per sfidare il Bari, bensì per allenarsi in una domenica surreale. Nulla di particolarmente impegnativo e duraturo: un’ora circa di sgambata sul sintetico del Partenio-Lombardi che ha dovuto richiudere le porte aperte al pubblico per l’incontro con i galletti (ipotesi di recupero il 20-21 marzo o direttamente dopo Pasqua).

Un modo per non spezzare il ritmo, ma anche per liberare la mente affollata da mille pensieri legati alla scomparsa di un collega di 31 anni. Il riposo è stato previsto per la giornata di domani, poi da martedì testa al derby con la Salernitana in programma domenica all’ “Arechi”. Con quale spirito alla ripresa non si sa, ma i calciatori biancoverdi sono consapevoli dell’importanza dell’appuntamento dopo la cocente delusione dell’andata.

Al campo si è rivisto Leonardo Morosini sei mesi dopo l’infortunio al crociato (diagnosticato qualche settimana dopo). Il fantasista di proprietà del Genoa è pronto per la fase di riatletizzazione dopo aver concluso l’iter riabilitativo al centro Riattiva di Lavagna. Walter Novellino ieri in conferenza stampa si è detto scettico sul suo recupero entro la fine del torneo, ma l’ex Brescia proverà a rientrare nel giro di trenta-quaranta giorni.

Intanto Luigi Castaldo è tornato in gruppo part-time con il derby nel mirino. Il capocannoniere biancoverde con sette gol è reduce dal guaio muscolare al polpaccio accusato un mese fa e da martedì proverà ad accelerare: se il muscolo non dovesse indurirsi, allora per lui si spalancherebbero le porte di una disponibilità a gara in corso. La sua presenza, pur a mezzo servizio, sarà fondamentale perché a Salerno non ci sarà Angelo D’Angelo per via della squalifica non scontata oggi con la mancata disputa della gara.

Un gap di esperienza e temperamento che l’Avellino proverà a colmare recuperando Simone Rizzato. Per l’ex terzino del Trapani gli esami hanno escluso lesioni muscolari: oggi lavoro differenziato. Contro la Salernitana sarà ancora fuori causa Ionut Radu per l’elongazione del flessore destro. Il portiere rumeno potrebbe tornare tra non prima di dieci giorni. Santiago Morero e Davide Gavazzi, non al meglio alla vigilia, stanno bene.