Avellino-Bari, Capuano: “Commosso dai miei, rispetto il coro della curva”

Avellino-Bari, Capuano: “Commosso dai miei, rispetto il coro della curva”

20 Ottobre 2019

di Claudio De Vito. Ezio Capuano ha parlato nel post-partita di Avellino-Bari terminata 2-2: “E’ un risultato importantissimo, la prestazione ancora di più. Abbiamo mantenuto ciò che avevamo promesso, cioè andare al limite dello strapazzo. Non solo applicazione tattica ma anche qualità di gioco da parte dei miei calciatori. La squadra ha impressionato anche me, considerando che abbiamo perso tutti e tre i centrali. Ma ho avuto il coraggio di mantenere la difesa a tre. Abbiamo ripreso la gara e cercato addirittura di vincerla contro una grandissima squadra. Chapeau per questi ragazzi che mi hanno commosso”.

“Abbiamo fatto gol su situazioni preparate in allenamento – ha aggiunto Capuano – se avessimo vinto non avremmo rubato nulla. Sarebbe stato il risultato più giusto a mio avviso. C’è rammarico per il primo gol perché Morero è rimasto stoicamente in campo, se l’avessi cambiato non avremmo preso gol. Ma c’è soltanto da ringraziare questi ragazzi”.

Sui fischi della curva: “Ringrazio ugualmente chi mi ha applaudito e chi mi ha fischiato. Ringrazio la curva perché ci ha spinto, il sintetico tremava sotto i piedi. Rispetto il loro coro. Sono venuto ad Avellino con entusiasmo ed umiltà. Non voglio fare alcuna polemica. Nel calcio conta il terreno di gioco e come si prepara la partita. Tutti i calciatori hanno lottato. Per me questo è un motivo di grande orgoglio”.