Avellino-Ascoli, le probabili formazioni

Avellino-Ascoli, le probabili formazioni

3 dicembre 2016

Il dicembre verità inizia con Walter Novellino dopo il ribaltone che ha estromesso dalla panchina Domenico Toscano. Si volta pagina in casa biancoverde e si cambia modulo per affrontare un Ascoli che in trasferta ha dimostrato di saper far male ad avversari come Cittadella e Carpi.

Sarà 4-4-2 per i biancoverdi che hanno recuperato Verde e Paghera, il primo destinato alla panchina ed il secondo verso la tribuna perché non al meglio. In porta Radunovic dovrebbe essere riconfermato insieme a tre quarti dell’assetto difensivo. La novità assoluta è l’impiego di Donkor sulla sinistra. In mediana spazio al duo D’Angelo-Jidayi con Belloni e Bidaoui sugli esterni per innescare il duo Castaldo-Ardemagni.

Ascoli col 4-3-1-2 e con l’esclusione a sorpresa di Pecorini, out per scelta tecnica. A destra rientrerà Almici con Mignanelli promosso sul lato opposto. Confermato il centrocampo dalla coperta corta con Giorgi trequartista atipico alle spalle di Orsolini, sostituto dell’infortunato Perez, e Cacia, spauracchio che con le maglie di Bologna e Ascoli ha già colpito l’Avellino.

Le probabili formazioni del match (fischio d’inizio alle 15):

Avellino (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Djimsiti, Perrotta, Donkor; Belloni, D’Angelo, Jidayi, Bidaoui; Castaldo, Ardemagni.

A disp.: Frattali, Diallo, Verde, Mokulu, Lasik, Crecco, Asmah, Omeonga, Camarà. All.: Novellino.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Gavazzi, Migliorini, Molina, Soumarè.

Ballottaggi: Radunovic-Frattali 55%-45%.

Ascoli (4-3-1-2): Lanni; Almici, Augustyn, Mengoni, Mignanelli; Carpani, Addae, Cassata; Giorgi; Orsolini, Cacia.

A disp.: Ragni; Paolini, Jaadi, Gigliotti, Felicioli, Cinaglia, Gatto, Favilli, De Angelis. All.: Aglietti.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Bianchi, Hallberg, Lazzari, Perez.

Ballottaggi: Mignanelli-Felicioli 55%-45%; Giorgi-Gatto 60%-40%.

Arbitro: Gianluca Aureliano della sezione di Bologna. Assistenti: Maurizio De Troia della sezione di Termoli e Giuseppe Borzomì della sezione di Torino. Quarto uomo: Daniele Viotti della sezione di Tivoli.