Avellino – Asa e problemi occupazionali: la Cgil ribatte a Romano

14 marzo 2006

Avellino – La Cgil all’attacco del presidente dell’Asa, Angelo Romano, dopo che il numero uno aveva attraverso un comunicato inviato a tutti i lavoratori illustrato la difficile situazione in cui versava la società. Per la segreteria provinciale, la nota di Romano è incomprensibile, perché “non si comprende il bisogno di rivolgersi ai lavoratori per tentare di riscrivere le regole della contrattazione aziendale”. Per il sindacato, è importante, ridimensionare “l’azione che oltre ad avere i caratteri del populismo e della demagogia non potrà cogliere nessun efficace risultato perché oltre ogni tentativo di delegittimazione del sindacato le regole contrattuali sono precise ed inderogabili”. La stabilizzazione di 68 lavoratori del Cosmari, la riorganizzazione dei servizi per utilizzare al meglio le risorse umane, sono gli obiettivi che la Cgil intende sollecitare anche riprendendo l’incontro con le altre organizzazioni (Cisl, Uil e Cisal) per un costruttivo contributo alle soluzioni del ‘caso’ Asa.